Promozione, il Massa cala il poker e vola al terzo posto

I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  
I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  

I due capitani e la terna nel cerchio di centrocampo

Fa festa il Massa Lubrense di Gaetano Miniero che regola un modesto Anacapri con un netto 4-2. Gli isolani, troppo rinunciatari e mai realmente in partita, non impensieriscono neanche minimamente la compagine nerazzurra che tiene sempre ben salde le redini dell’incontro e punisce con chirurgia le frequenti disattenzioni della retroguardia ospite, la seconda più battuta del raggruppamento.

GLI SCACCHIERI Solito 4-4-2 per i massesi: Aiello è in tribuna per squalifica ed in avanti c’è quindi spazio per la coppia formata da Marino ed Esposito. A centrocampo, in cabina di regia c’è Guitto con il mille polmoni Vinaccia a suo fianco. Dietro, invece, al posto dell’infortunato Gargiulo L. ad affiancare De Luca c’è Santini, con Terminiello e Gargiulo P. rispettivamente sulla fascia destra e sinistra. Modulo speculare per l’Anacapri che si affida all’estro di Palumbo incaricato di lanciare con il suo piede fatato le scorribande degli attaccanti Di Biase e Mellino.
PARTENZA SPRINT DEI NERAZZURRI La voglia dei ragazzi in casacca nerazzurra di raggiungere la terza piazza in condominio con Marilius Vesuvio e Atletico Bosco ha la meglio su un Anacapri sfilacciato e poco concentrato. Fin dai primi minuti, infatti, i ragazzi di Miniero appaiono più incisivi degli avversari, pressano a tutto campo il portatore di palla, giocano che è un piacere e si fanno vedere con insistenza nella trequarti offensiva. La prima occasione degna di nota giunge dopo appena tre giri di lancette: calcio di punizione dalla destra di Guitto, De Luca in proiezione offensiva devia con la schiena, il pallone schizza sul manto erboso viscido dell’Italia’ e Schember mette in angolo come può. Altri tre minuti e questa volta è Esposito ad ergersi a protagonista: il talentuso

Il pallone calciato da Vincenzo Esposito s'insacca per il momentaneo 1-0

numero 10 massese controlla magicamente con il tacco un tiro-cross di Tufano e di prima intenzione, in rovesciata, spedisce il pallone di un soffio alto, a Schember battuto.

MAGO ESPOSITO SBLOCCA L’INCONTRO Minuto undici. Una progressione di Celentano costringe al fallo Scodellaro una decina di metri prima dell’area di rigore, in posizione defilata sulla sinistra. Sul punto di battuta si presenta, sicuro, Esposito che disegna una parabola velenosissima che supera la barriera, si abbassa improvvisamente e va a colpire i due pali prima di arrestare la sua corsa alle spalle di Schember. Massa in vantaggio e terza perla stagionale da calcio piazzato per il golden boy nerazzurro.
IL MASSA CONTROLLA E L’ANACAPRI FA LA COMPARSA Gli isolani sono in netta difficoltà. Palumbo predica nel deserto, i due esterni non spingono a dovere, Mellino gira a vuoto ed il povero Di Biase è surclassato da un De Luca in stato di grazia. La morìa offensiva isolana si tramuta in un calcio di punizione dai trenta metri di Palumbo poco dopo la mezz’ora che non impensierisce Fiorentino. Il Massa sembra accontentarsi del pareggio e cerca quindi di addormentare la partita, riuscendoci per oltre quaranta minuti a cavallo tra il primo ed il secondo tempo.

Aldo Marino, autore di una tripletta

MARINO SHOW E IL MASSA VOLA L’incantesimo che sembra addormentare l’incontro svanisce improvvisamente grazie alla caparbietà di Marino che con una tripletta manda in paradiso i suoi e chiude praticamente il match. La prima marcatura dell’ariete massese arriva al 22’ della ripresa, quando il destro dalla distanza dell’ex San Vito Positano termina in rete con la complicità di uno Schember poco reattivo. Il 3-0 arriva a stretto giro (26’) al termine di un contropiede letale orchestrato da Esposito che lancia sulla destra in campo aperto Marino, bravo a sterzare in area ed a rimanere freddo nell’uno contro uno con l’estremo difensore isolano, beffato con un tocco malefico. Passano due minuti e l’Anacapri accorcia le distanze: il neo entrato Pescina dalla sinistra centra, la difesa nerazzurra rimane ferma e Di Biase dal dischetto del rigore con il piatto destro infila l’incolpevole Fiorentino. Neanche il tempo di riprendere il gioco e il Massa ristabilisce subito il triplo vantaggio: la quarta marcatura porta ancora la firma di Marino che sigla la tripletta personale al termine di un’azione caparbia, durante la quale il centravanti di Miniero con caparbietà sradica il pallone dai piedi di un difensore dell’Anacapri e di sinistro batte Schember sul palo lontano.

ANACAPRI IN 10, IL MASSA FA ACCADEMIA La squadra di mister Di Martino perde Palumbo a dieci minuti dalla fine del tempo regolamentare per un fallo di reazione sull’ex compagno Guitto. In superiorità numerica e forte del cospicuo vantaggio il Massa gioca sul velluto ed al 42’ sfiora anche il pokerissimo: bello scambio nello stretto tra Guitto e Marino, con quest’ultimo che a tu per tu con Schember trova il palo a negargli la gioia del poker personale. Sul pallone vagante ancora Marino serve l’accorrente Guitto che, ostacolato dal ripiego di Scodellaro. spara alto. Un minuto prima del novantesimo l’Anacapri trova il secondo gol sugli sviluppi di un calcio d’angolo, sul quale la testa di Di Biase chiama al miracolo Fiorentino che però non può nulla sul tap-in ravvicinato di Pescina che dal limite dell’area piccola iscrive il suo nome sul taccuino dei marcatori e contribuisce a fissare il punteggio sul 4-2 che permette al Massa di agganciare Marilius Vesuvio ed Atletico Bosco al terzo posto.

CAMPIONATO REGIONALE PROMOZIONE – GIRONE B

VENTICINQUESIMA GIORNATA

MASSA LUBRENSE – ANACAPRI 4-2

Marcatori: 11’ p.t. Esposito V (M), 22’, 26’e 29’ s.t. Marino (M), 28’ s.t. Di Biase (A), 44’ s.t. Pescina (A)

I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  
I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  

MASSA LUBRENSE (4-4-2): Fiorentino P; Siniscalchi, Santini (dal 44’ s.t. Fiorentino D.), De Luca, Gargiulo P; Tufano (dal 19’ s.t. Prestigiovanni), Guitto, Vinaccia, Celentano; Marino, Esposito V (dal 33’ s.t. Terminiello). A disposizione: Ruocco, Parlato, Fiorito, Gargiulo L. Allenatore: Gaetano Miniero.

ANACAPRI (4-4-2): Schember 5; Scodellaro 5, Esposito M. 6 Fiorentino A. 5,5 Vollaro 5,5; Tizzano 6, Palumbo 6, Bevo 6, Mosca 5 (dal 1’s.t. D’Esposito 5); Di Biase 5, Mellino 4,5 (dal 10’ s.t. Pescina 6. A disposizione: Aversa, Lentino, Zora, Salvia, Imparato. Allenatore: Antonio Di Martino.

Arbitro: Ilario Guida di Salerno 6 (Fiorillo/Marrone)

Ammonito: Vollaro (A)

Espulso: al 35’ s.t. Palumbo (A)

Calci d’angolo: 5-7

Recuperi: 0’ primo tempo, 2’ secondo tempo

Note: Giornata piovosa e ventilata, terreno di gioco in erba sintetica. Presenti circa 50 spettatori.

I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  
I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  
I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  
I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  
I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  
I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  



Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

 

error: Stai cercando di copiare il testo di questo articolo? Ovviamente non hai il permesso per farlo, ma ti ritieni un grande giornalista... in fondo pensi di cambiare qualche parola, di toglierne qualche altra ed hai risolto. Appartieni anche tu a qualche importantissima testata locale che fa centinaia di visite sulla pelle di chi lavora? Magari vieni anche pagato, complimenti!!! Sei proprio un furbacchione tu ed il tuo direttore che te lo permette, abbiamo fatto in modo di renderti il lavoro un po\\\' arduo, abbiamo deciso di farti applicare 1 minuto in più per copiare!!!