La cronaca di Spal-Sorrento

I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  
I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  

Ferrara – Manco in apertura prova a cambiare il volto al match, ma la sua conclusione si perde alta sulla traversa. Il Sorrento c’è, la Spal arranca. Togni è ispirato e su punizione prova più volte a impensierire l’estremo difensore di casa. La prima conclusione è centrale, ma sulla seconda Ravaglia vola a deviare in angolo il velenoso destro del brasiliano.
La Spal sorniona e gladiatoria deve ringraziare il giovane portiere che salva il risultato su Bonvissuto a quindici dalla fine del primo tempo.
Il Sorrento ragiona, apre il gioco sulle fasce e cerca la testa di Bonvissuto e Paulinho, ma senza fortuna. All’ultimo giro di lancette della prima frazione Ghetti trova il tempo giusto e anticipa Togni sancendo il risultato a occhiali dei quarantacinque minuti iniziali.
L’approccio positivo alla partita il Sorrento lo smarrisce nella ripresa quando Mancinelli è chiamato alla più difficile parata della giornata in uscita su Corsi.
Spal vogliosa, costieri più guardinghi. Tira tu che tiro anch’io tra Volpe e De Giosa in area rossonera con l’arbitro che lascia correre.
Passata l’anestesia del riposo il Sorrento prova a far sua l’intera posta in palio. Nicodemo e Bonvissuto sottomisura non trovano coordinazione e forza per freddare Ravaglia, che è nuovamente protagonista per una uscita disperata su Manco. Disattenzione difensiva ed estensi pronti a colpire in contropiede, ma Corsi è anticipato dal pipelet sorrentino.
Squadre stanche, manco a parlarne. A dieci dal termine Lo Monaco di testa, manca la deviazione vincente, nel recupero Terra stende Giovanni Rossi e viene espulso. Punizione. Specialità di casa Locatelli che, però, non fa le cose per bene e calcia sulla barriera. Ora per i costieri il derby con la Paganese per capire se in esterna il trend è davvero cambiato.

I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  
I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  
I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  
I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  
I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  
I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  



Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

 

error: Stai cercando di copiare il testo di questo articolo? Ovviamente non hai il permesso per farlo, ma ti ritieni un grande giornalista... in fondo pensi di cambiare qualche parola, di toglierne qualche altra ed hai risolto. Appartieni anche tu a qualche importantissima testata locale che fa centinaia di visite sulla pelle di chi lavora? Magari vieni anche pagato, complimenti!!! Sei proprio un furbacchione tu ed il tuo direttore che te lo permette, abbiamo fatto in modo di renderti il lavoro un po\\\' arduo, abbiamo deciso di farti applicare 1 minuto in più per copiare!!!