L’Ortona formato casa stende la MSC

I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  
I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  

Ortona – Non riesce il tris alla Msc Volley sorrento che cede in teraa marchigiana all’Ortona. Tre set a uno e il rammarico di non essere riusciti a giocare come mostrato nelle precedenti uscite. I sorrentini mettono sotto i bianco blu di casa solo nel secondo parziale quando l’attacco è più preciso e cala il rendimento dei padroni di casa in difesa. Primo e terzo set dove l’Ortona domina e i costieri sono imprecisi e fallosi.
Pronti via e la compagine marchigiana riesce a scavare un gap importante con una grande difesa che è sottolienata anche dal tecnico della Msc Paolo Russo.
«Hanno difeso praticamente tutto – commenta il trainer costiero -. Sapevamo che sarebbe stata difficile e purtroppo non siamo stati all’altezza».
I bianco azzurri peninsulari lottano punto a punto nel secondo set, ricevono meglio e gestiscono il gioco alla grande. L’Ortona ribatte colpo su colpo, ma, nell’ultima rotazione, con il palleggiatore in prima linea gli attacchi della Msc sono più efficaci e il parziale è costiero.
«Siamo stati bravi a gestire il set – spiega Russo -. Sfruttando una rotazione a noi favorevole con il palleggiatore loro in prima linea».
Pianto greco nel terzo parziale con i marchigiani che forzano in attacco e ricevono alla grande, a questo si aggiunge un Miccio non in giornata di grazia e il gioco è fatto. L’Ortona chiude 25-18.
Per lo spettacolo è davvero un grande quarto set. La gara è un continuo di emozioni, le due compagini giocano punto a punto. La Msc piazza un bel parziale e si porta avanti anche di tre sul 19-22. I costieri mantengono il vantaggio sino al 21-23 poi cala il sipario sui bianco blu della Penisola e l’Ortona si impone 25-23.
 «E’ stato un peccato sprecare il vantaggio acquisito, ma questo è il volley – conclude Paoletto -. Ha funzionato bene la coppia di liberi Esposito e Amitrano, ma siamo stati poco incisivi in battuta cosa che ha favorito il loro gioco».

Campionato serie B1 maschile
Sieco Service Ortona – Msc Volley Sorrento 3-1
(25-14; 22-25; 25-18; 25-23)
Msc Volley: Miccio, Costa, Ricciardello, Astarita, Scialò, Benedetto, Miccio, Cuccaro, Bassi, Esposito (L), Amitrano (L), Panetto.
Allenatore: sig. Russo P.

I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  
I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  
I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  
I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  
I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  
I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  



Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

 

error: Stai cercando di copiare il testo di questo articolo? Ovviamente non hai il permesso per farlo, ma ti ritieni un grande giornalista... in fondo pensi di cambiare qualche parola, di toglierne qualche altra ed hai risolto. Appartieni anche tu a qualche importantissima testata locale che fa centinaia di visite sulla pelle di chi lavora? Magari vieni anche pagato, complimenti!!! Sei proprio un furbacchione tu ed il tuo direttore che te lo permette, abbiamo fatto in modo di renderti il lavoro un po\\\' arduo, abbiamo deciso di farti applicare 1 minuto in più per copiare!!!