Il Vico ipoteca il campionato

I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  
I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  

Vico Equense – Vittoria e ipoteca sul campionato per gli azzurro oro di mister De Simone, che dopo la Coppa Campania non lascia scampo al Poggiomarino nel big match di giornata aumenta il proprio vantaggio a tredici punti e praticamente ha chiuso il disposrso promozione anche se manca ancora la matematica. Ancora in emergenza De Simone recupera Apuzzo in mediana e conferma La Monica in difesa, mentre in avanti deve rinunciare a Lucarelli dopo venti minuti.
Conferma la difesa a tre il trainer costiero che non vuole concedere nulla alla diretta inseguitrice.
«I ragazzi erano molto motivati e non hanno concesso nulla agli avversari – commenta Francesco De Simone -. Poi ho perso anche Lucarelli per una contusione, ma tutti hanno dato il loro contributo».
Una squadra concentrata, coperta che sapesse fare ambo le fasi con le giuste tempistiche in cui Apuzzo ha vestito il ruolo di tre quartista macth winner.
«Giuliano ha interpretato al meglio il suo ruolo – continua O’Black -. E’ stata una mossa studiata in quato lui è un giocatore duttile che è stato determinante».
Lo aveva definito il mese della verità, quando alla fine manca solo una gara con tre successi in sette giorni e l’imbattibilità mantenuta il tecnico del Vico può dirsi soddisfatto di quanto fatto dai suoi.
«Con i ragazzi in questi giorni non ho più parlato delle gare per non caricarli eccessivamente di pressioni – spiega l’allenatore -. Ma tutti hanno saputo trovare i giusti stimoli dalle partite che siamo andati ad affrontare progressivamente».
Sono 13 i punti di vantaggio sulla seconda, ma l’allenatore costiero non si fida e attende la matematica per essere certo della vittoria del girone E di Prima Categoria.
«Abbiamo il campionato in tasca al 70% – dice ridendo -. Con la vittoria contro il Poggiomarino manca solo la matematica».
Il cammino è spianato, ma Francesco non si fida anche perchè sino alla fine tutti faranno la partita della vita contro la capolista.
«Abbiamo l’Agerolina reduce da un pari, poi il Real Massa che è forse la squadra più in forma – conclude il tecnico -. Paradossalmente i rossoneri di Maddaloni ci hanno reso la vita più dura del previsto all’andata». 

Campionato di Prima Categoria girone E
Vico Equense – Juve Poggiomarino 1-0 (1-0)
Vico Equense: Napolitano, La Monica, Aruta, Scarica, Del Sorbo, Scala, Conte (36’ st Costantino), Apuzzo, Izzo, Cappiello (21’ st Servillo), Lucarelli (19’ pt Cuomo).
Allenatore: sig. De Simone
Juve Poggiomarino: Giugliano G., Velardo, Pisacane (28’ st Esposito F.), Cesarano, Tremante, Cangianiello, Giugliano L. Esposito G., Beato, Pazzi (1’ st Castellano), Bilgini (28’ st Raiola).
Allenatore: sig. De Vivo
Arbitro. Romaniello di Napoli
Marcatore. 38. Pt Apuzzo
Ammoniti. Napolitano, La Monica, Del Sorbo, Pisacane Cesarano, Tremante, Esposito G., Raiola. Espulso. 45’ st Raiola per doppia ammonizione.

I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  
I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  
I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  
I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  
I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  
I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  



Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

 

error: Stai cercando di copiare il testo di questo articolo? Ovviamente non hai il permesso per farlo, ma ti ritieni un grande giornalista... in fondo pensi di cambiare qualche parola, di toglierne qualche altra ed hai risolto. Appartieni anche tu a qualche importantissima testata locale che fa centinaia di visite sulla pelle di chi lavora? Magari vieni anche pagato, complimenti!!! Sei proprio un furbacchione tu ed il tuo direttore che te lo permette, abbiamo fatto in modo di renderti il lavoro un po\\\' arduo, abbiamo deciso di farti applicare 1 minuto in più per copiare!!!