Miniero:”Sarà una bella gara”

I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  
I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  

Massalubrense – In vista della trasferta in terra vesuviana contro il San Sebastaino mister Miniero è ancora alle prese con il rebus formazione. Alcuni acciaccati non permettono al tecnico di dormire sonni tranquilli. Marino è alle prese con una dolorosa contusione al collo del piede, mentre Valerio Gargiulo soffre per un dolore al costato, ricordo del derby con il S.Agnello.
Il Massa formato trasferta potrebbe espugnare San Sebastiano, ma le motivazioni della compagine vesuviana potrebbero rendere difficile questo compito ai neroazzurri.
«Sarà di certo una bella gara – commenta il tecnico -. Ci sono motivazioni incredibili per le due squadre, ma potremmo fare bottino pieno».
Non crede che saranno tutte rose e fiori con il San Sebastiano. Il trainer costiero conosce bene gli avversari per averli visti anche all’opera contro i cugini del Sant’Agnello.
«Sono una bella squadra  – spiega Miniero -. Difficile da ffrontare in casa. All’andata ci hanno reso la vita molto difficile».

Il mister Gaetano Miniero (www.calciomassa.com)

Non dovrebbero esserci problemi in difesa, dove Gargiulo Valerio è ancora out, mentre in mediana tutti disponibili. Modulo 4-4-2, resta da verificare Marino.
In questi giorni si è aggregato al gruppo costiero un giovane senegalese segnalato da un amico addetto ai lavori al Dg Mario Gargiulo. Si tratta di David Dioum, classe ’88, esterno di centrocampo.

Il senegalese David Dioum

L’allenatore dei costieri traccia il profilo di questo “ragazzo d’ebano” tutto gensio e sregolatezza che potrebbe essere inserito nel rooster della prossima stagione.
«E’ un atleta tecnicamente preparato – conclude Miniero -. Sa usare tutti e due i piedi e potrebbe essere utile per la stagione prossima. Al momento lo stiamo valutando».

I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  
I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  
I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  
I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  
I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  
I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  



Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

 

error: Stai cercando di copiare il testo di questo articolo? Ovviamente non hai il permesso per farlo, ma ti ritieni un grande giornalista... in fondo pensi di cambiare qualche parola, di toglierne qualche altra ed hai risolto. Appartieni anche tu a qualche importantissima testata locale che fa centinaia di visite sulla pelle di chi lavora? Magari vieni anche pagato, complimenti!!! Sei proprio un furbacchione tu ed il tuo direttore che te lo permette, abbiamo fatto in modo di renderti il lavoro un po\\\' arduo, abbiamo deciso di farti applicare 1 minuto in più per copiare!!!