Massa, Gargiulo:”Siamo fatti così”

I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  
I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  

Massalubrense – Pareggiare con l’ultima in classifica in tutti gli sport rappresenta un mezzo passo falso e vedendo la classifica anche per il Massa è stata una occasione persa anche se i casertani sono una formazione di tutto rispetto con tanti atleti di ottimo profilo.
«Siamo fatti così – commenta Luigi Gargiulo -. Il Massa non è una squadra che può permettersi di essere convinta di rifilare goleade all’ultima in classifica».
Potrebbe sembrare un “j’e accuse”, ma non è così. Il roccioso difensore sorrentino, capitano del Massalubrense dei miracoli, spiega il perchè.
«La nostra è una squadra che ha un grande gruppo – spiega -, ma dobbiamo sempre dare il meglio per ottenere dei buoni risultati contro chiunque a maggior ragione contro il Mondragone che è una squadra composta da ottimi elementi».
Un punto e il rammarico di non essere riusciti a raggiungere il terzo posto in classifica, ma Luigi non fa drammi.

Il capitano Luigi Gargiulo (Foto Acone)

«E’ un buon punto – dice -, ora ci aspetta un San Sebastiano affamato di punti salvezza noi confidiamo nell’opportunità di fare risultato soprattutto se riuscissimo ad avere un episodio favorevole».
L’episodio, il calcio piazzato che i neroazzurri di Miniero riescono a sfruttare al meglio anche se l’allenarsi sempre su campi di dimensioni ridotte, a causa dei lavori al Cerulli, porta degli scompensi negli automatismi.
«Siamo bravi a sfruttare le palle inattive – conclude Gargiulo -,ma alla lunga gli automatismi e gli schemi provati su campi più piccoli non sempre riescono, per quest’anno è un limite e noi lo accettiamo». 

I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  
I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  
I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  
I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  
I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  
I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  



Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

 

error: Stai cercando di copiare il testo di questo articolo? Ovviamente non hai il permesso per farlo, ma ti ritieni un grande giornalista... in fondo pensi di cambiare qualche parola, di toglierne qualche altra ed hai risolto. Appartieni anche tu a qualche importantissima testata locale che fa centinaia di visite sulla pelle di chi lavora? Magari vieni anche pagato, complimenti!!! Sei proprio un furbacchione tu ed il tuo direttore che te lo permette, abbiamo fatto in modo di renderti il lavoro un po\\\' arduo, abbiamo deciso di farti applicare 1 minuto in più per copiare!!!