In D maschile Apd vincente

I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  
I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  

Napoli – Vince ancora una volta la Apd Carotenuto che contro la Partenope intasca tre punti che avvicinano i bianco blu alla salvezza. Un primo set osceno, poi la rimonta e tre set in pieno controllo contro la cenerentola del campionato. Restano i cali di tensione contro una compagine notevolmente inferiore. Da segnalare nella formazione costiera l’esordio dei giovani under 16 Izzo e Gargiulo più altri under che hanno preso parte al match. Tra i migliori della Apd Francesco Carotenuto per numero di punti e Massimo Sollo per punti vincenti.
Il martello Carotenuto contento della prova lancia lo sguardo al prossimo impegno per la squadra della costiera che sarà di scena a Maddaloni.
«Puntiamo al secondo posto – commenta Francesco -. Andiamo a Maddaloni per giocare la partita della vita e vincere. Sino alla fine

Lo schiacciatore Francesco Carotenuto

 saranno tutte finali».

Volley Campionato di serie D maschile
Partenope – Apd Carotenuto 1-3
(25-15; 13-25; 17-25; 18-25)
Apd Carotenuto: Carotenuto, Celentano (K), Gargiulo, Izzo, Ruggiero, Mattera, Sollo, Savarese, Pollio (L), Russo, Sousa.
Allenatore: sig.ri Pontecorvo- Cafiero 

I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  
I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  



Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

 

error: Stai cercando di copiare il testo di questo articolo? Ovviamente non hai il permesso per farlo, ma ti ritieni un grande giornalista... in fondo pensi di cambiare qualche parola, di toglierne qualche altra ed hai risolto. Appartieni anche tu a qualche importantissima testata locale che fa centinaia di visite sulla pelle di chi lavora? Magari vieni anche pagato, complimenti!!! Sei proprio un furbacchione tu ed il tuo direttore che te lo permette, abbiamo fatto in modo di renderti il lavoro un po\\\' arduo, abbiamo deciso di farti applicare 1 minuto in più per copiare!!!