Giro della Costiera: L’antidoping cambia tutto

I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  
I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  

Gaspare Cappiello in azione

Meta – La classifica del sesto Giro della Costiera, disputatosi ieri con partenza ed arrivo a Meta, è stata sconvolta dai controlli antidoping. Al termine della corsa, la direzione ha infatti deciso di squalificare Riccardo Laudano (Pasta Rummo) e Giovanni Esposito (Team Cavaliere Calcagni). I due ciclisti, che erano giunti rispettivamente primo e secondo sul traguardo di piazza Vittorio veneto, non si sono infatti presentati ai controlli antidoping disposti a sorpresa dagli organizzatori. La vittoria è così andata al terzo classificato Antonio Valletta (Asd Rummo Giannini). La gara ha visto ai nastri di partenza oltre 300 ciclisti, che si sono dati battaglia sin dai primi chilometri di gara. La svolta della corsa all’altezza di capo d’Orso, dove il gruppo dei trenta corridori più forti è riuscito a distanziare il resto della carovana. Ad Amalfi, Gaspare Cappiello (Team Ciclismo Sorrentino), Giovanni Esposito e Riccardo Laudano sono riusciti ad accumulare una decina di secondo di vantaggio sul gruppetto degli immediati inseguitori, tra  i quali il vincitore della passata edizione Antonio Marotti (Team Cavaliere Calcagni) e gli atleti di casa Domenico Ercolano e Roberto Pepe (Velosport Sorrentino). Sullo strappo di Positano, la stanchezza taglia le gambe a Cappiello, mentre Laudano ed Esposito riescono a lanciarsi nella volata sul traguardo finale di piazza Vittorio Veneto. Poi la decisione della direzione di corsa, che si abbatte come una scure su Laudano ed Esposito, consegnando la vittoria a Valletta. Piazza d’onore per Luigi Mastantuoni (Asd Team Valle di Suessola), medaglia di bronzo per il favorito Antonio Marotti.
Da segnalare il successo di squadra per il Team Ciclistico Sorrentono.
Da parte della redazione gli auguri di pronta guarigione vanno al giovane ciclista Del Giudice Francesco che è caduto rovinosamente riportando diverse fratture .
E’ stato tra i protagonisti nel momento caldo della gara per poi arrendersi nel finale, Gaspare Cappiello, atleta del Team Ciclistico Sorrentino, traccia un bilancio della sua gara. 
«Oggi mi sentivo benissimo   – dice -. Ho lavorato duramente questo inverno ritagliandomi ore di allenamento nel mio poco tempo libero.Ho ceduto un po nel finale per colpa dei crampi forse non misono alimentato bene ,ma la condizione sta salendo piano piano  e punto a migliorarmi per essere competitivo nelle prossime competizioni».

Ciriaco M. Viggiano

I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  
I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  
I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  
I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  
I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  
I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  



One thought on “Giro della Costiera: L’antidoping cambia tutto

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

 

error: Stai cercando di copiare il testo di questo articolo? Ovviamente non hai il permesso per farlo, ma ti ritieni un grande giornalista... in fondo pensi di cambiare qualche parola, di toglierne qualche altra ed hai risolto. Appartieni anche tu a qualche importantissima testata locale che fa centinaia di visite sulla pelle di chi lavora? Magari vieni anche pagato, complimenti!!! Sei proprio un furbacchione tu ed il tuo direttore che te lo permette, abbiamo fatto in modo di renderti il lavoro un po\\\' arduo, abbiamo deciso di farti applicare 1 minuto in più per copiare!!!