Folgore: Poker è servito

I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  
I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  

Massalubrense – La Folgore Massa non vuol sentire ragioni. Il treno vittorie è partito e non si ferma più. Escludendo il derby con la MSC, ancora sub-judice, la squadra di mister De Maio inanella il quarto successo consecutivo. Dopo aver calato il tris di successi esterni in quel di Marano, i biancoverdi si concedono un fantastico poker. Il tutto a dispetto di una sorte che sembra accanirsi sempre più contro la squadra del presidente Vinaccia. Fuori per impegni lavorativi Coppola e Miccio, alle defezioni si sono uniti anche il centrale D’Esposito che ha costretto a stringere i denti agli altri due centrali Soldatini e Cangiano alle prese con lussazioni alle dita delle mani. Il tutto contro una squadra particolarmente in salute, la Frattese, giunta a S.Agata con una grande fame di punti salvezza dopo aver conseguito due vittorie e sei punti nelle ultime due apparizioni in campionato. Mister De Maio decide di schierare uno starting six inedito e non solo per una valutazione di necessità. La principale novità è la partenza da titolare di capitan Ruggiero dopo le ultime due convincenti prove in trasferta al posto del promettente martello Durante. A completare la diagonale di ricevitori Luciano Esposito, in regia Esposito C., opposto Esposito R., libero Arpino, come detto la coppia di centrali inedita Soldatini-Cangiano. La partenza è tutta di marca ospite. La Folgore sbaglia tutto ciò che c’è da sbagliare. In attacco le bocche di fuoco biancoverdi fanno i conti con un muro sempre ben piazzato ed attento e così la Frattese si porta sul 24-20 e sembra poter facilmente archiviare la pratica. Non è così. La Folgore reagisce e solo un errore in battuta di Cangiano impedisce di completare la rimonta sul 24-23. Cambio di campo, cambio di musica. La Folgore innesta la marcia giusta. La ricezione è il fondamentale che gira meglio. I turni in battuta di Raffaele Esposito risultano mortiferi per i partenopei ed il pubblico si entusiasma per una squadra che finalmente mostra il suo lato migliore. Il 25-18 del secondo parziale è il preludio di una cavalcata vincente. Mister De Maio non deve mai ricorrere alla panchina. Capitan Ruggiero mostra di meritare la fiducia ricevuta con una incoraggiante prestazione, i centrali sono poco appariscenti ma concreti in attacco ed a muro, il duo Esposito in attacco a tratti risulta devastante per la potenza e la precisione delle giocate offensive. Finisce 3 a 1 con una Frattese che negli scampoli finali del match dopo aver speso tutto, sembra quasi diventare un agnello sacrificale in attesa della conclusione del match. Tre punti di platino rimpinguano la classifica della Folgore Massa che, complici i risultati delle concorrenti, si avvicina al terzo posto e consolida la quarta posizione in una classifica che rimane molto corta. Davvero duro il prossimo test match esterno per la Folgore. Si va a Parete, sul campo di una squadra che, dopo aver patito varie defezioni, è ora al completo, in risalita al sesto posto, grazie a quattro/sesti di squadra che vantano esperienza in campionati di categoria superiore. Superare indenni l’ostacolo casertano, vorrebbe dire per la Folgore presentarsi il 12 Marzo al big match casalingo contro l’Arzano in odore di aggancio play-off.

Serie C Maschile
Folgore – Frattese 3-1
(23-25, 25-18, 25-19, 25-21)

Fabrizio Ruggiero

I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  
I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  



Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

 

error: Stai cercando di copiare il testo di questo articolo? Ovviamente non hai il permesso per farlo, ma ti ritieni un grande giornalista... in fondo pensi di cambiare qualche parola, di toglierne qualche altra ed hai risolto. Appartieni anche tu a qualche importantissima testata locale che fa centinaia di visite sulla pelle di chi lavora? Magari vieni anche pagato, complimenti!!! Sei proprio un furbacchione tu ed il tuo direttore che te lo permette, abbiamo fatto in modo di renderti il lavoro un po\\\' arduo, abbiamo deciso di farti applicare 1 minuto in più per copiare!!!