Juniores: Il Sant’Agnello ipotecato campionato

I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  
I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  

Sant’Agnello – Vince con il minimo scarto e allunga a più undici sull’Atletico Bosco il Sant’Agnello di mister Ponticorvo. Nel big match di giornata un rigore di Vittorio Inserra consegna tre punti fondamentali per la vittoria del campionato. Un primo tempo bloccato, due squadre che non riescono a creare pericoli ai portieri e ricorrono spesso alla palla lunga. I padroni di casa si affidano ad Abbruzzese fra i pali e hanno fuori Guarino e capitan Coppola. In attacco Ponticorvo sceglie Fiorentino e Macarone per impensierire la difesa boschese.
Primo tempo che a parte il rigore davvero offre pochi spunti di cronaca. I padroni di casa provano a giocare la palla, ma negli ultimi sedici metri sono fumosi e l’Atletico Bosco non corre pericoli. Dal canto loro, però, i ragazzi di Marano pensano più a difendere che ad offendere giocando palla lunga sui due attaccanti ben controllati dalla coppia di centrali costieri.
La svolta – Macarone dalla destra entra in area, Iura lo sgambetta e per il signor Cerbone decreta la massima punizione. Dagli undici metri realizza Vittorio Inserra. E’ la rete che dopo i 96 minuti di gioco varrà i tre punti.  
Nella ripresa l’Atletico Bosco prova a venire avanti per raggiungere il pari, ma Russo e Schiazzano non lasciano passare nulla e Abbruzzese non deve compiere alcun intervento. Fiorentino si procura due palle goal, ma se le divora entrambe. La prima conclusione è debole, la seconda si perde alta sulla trasversale.
Un lampo a ciel sereno – L’Atletico Bosco si va vivo dalle parti del portiere di casa. Punizione dalla sinistra, Sannino trova il tempo giusto, ma il suo colpo di testa si perde sul fondo.
I biancoazzurri di Negri cercano di chiudere il match su palla inattiva. Prima Inserra C, poi Inserra V esaltano le capacità di Iennaco. Cresce il Sant’Agnello che con Vittorio Inserra spreca l’ennesima palla goal.
L’episodio – A dieci dal termine il neo entrato Forte si fa espellere per gioco violento dopo che Fiorentino lo aveva superato.
Prova nel finale l’assalto l’Atletico Bosco che mette palla nel mucchio, ma oggi a festeggiare dopo quattro di recupero è solo il Sant’Agnello che ipoteca il campionato.

Campionato Juniores girone H
F.C.Sant’Agnello – Atletico Bosco 1-0(1-0)
Sant’Agnello: Abbruzzese, Inserra C, D’Esposito, Ferraro, Russo, Schiazzano, Coppola, Inserra V, De Maio, Macarone, Fiorentino. A disposizione: Palomba, Maresca, D’Angiolo, Scelzo, Cicchiello, Iaccarino.
Allenatore: sig. Ponticorvo 
Atletico Bosco: Iennaco, Sannino (35’st Gallo A. (II)), Mastellone, Iura, Cirillo, Nato, Iacomino (14’st Forte), Andolfi M, Pantaleone, Aprea, Lanzieri (10’st Andolfi L). A disposizione: Cocolito, Gallo A. (I).
Allenatore: sig. Marano
Arbitro: Cerbone di Frattamaggiore
Marcatore: 44’pt Inserra V.
Note: Ammoniti: Iura, Pantaleone, Macarone, Ferraro, Inserra C, Andolfi L, Andolfi M. Espulso: Forte per gioco violento

I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  
I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  
I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  
I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  
I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  
I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  



Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

 

error: Stai cercando di copiare il testo di questo articolo? Ovviamente non hai il permesso per farlo, ma ti ritieni un grande giornalista... in fondo pensi di cambiare qualche parola, di toglierne qualche altra ed hai risolto. Appartieni anche tu a qualche importantissima testata locale che fa centinaia di visite sulla pelle di chi lavora? Magari vieni anche pagato, complimenti!!! Sei proprio un furbacchione tu ed il tuo direttore che te lo permette, abbiamo fatto in modo di renderti il lavoro un po\\\' arduo, abbiamo deciso di farti applicare 1 minuto in più per copiare!!!