Simonelli: Ritroviamo noi stessi”

I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  
I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  

Il tecnico Gianni Simonelli

Sorrento – E’ un Gianni Simonelli teso al punto giusto quello che si presenta in sala stampa all’Italia dopo la rifinitura odierna dei rossoneri. Se non è emergenza ci manca davvero poco in casa costiera in vista del delicatissimo impegno contro l’Alessandria. Assenti Erpen, Gegè Rossi e Angeli, in forte dubbio Vanin con Esposito squalificato il Sorrento vuole garantirsi almeno la seconda piazza in campionato e  punterà a fare bottino pieno contro i grigi piemontesi.
Al di là dei moduli conterà l’atteggiamento in campo e la condizione atletica sulla quale il tecnico costiero è fiducioso.
«Sotto il piano atletico la squadra sta bene – dice Simonelli -. Spero che i ragazzi stiano bene anche sotto l’aspetto mentale».
La testa proprio quella che nelle prime battute in esterna condiziona le ultime uscite del Sorrento, anche se il professore di Saviano si accolla le colpe dell’ultima uscita in terra lariana.
«Se nelle altre uscite siamo stati anche sfortunati – commenta l’allenatore rossonero -. Contro il como mi sento anche io responsabile della brutta prestazione fornita».
La voglia di assicurarsi i play-off è tanta, ma Simonelli, piuttosto teso e tirato in volto confida nei suoi uomini.

Il capocannoniere del girone Paulinho

«C’è la consapevolezza di poter fare bene – conclude il tecnico -. Dobbiamo ritrovare noi stessi in un match delicato come quello di domenica. Le risposte le avremo solo al termine della gara al di là del risultato».
Dovrebbe ritornare al 4-4-2 Simonelli che dovrebbe optare per: Mancinelli, Camorani, Terra, Lo Monaco, Sabato, Carlini, Nicodemo, Togni, Manco, Bonvissuto e Paulinho. Sono però in ballottaggio Camorani e il recuperato Di Nunzio a destra, De Giosa e Sabato a sinistra, mentre Manco si gioca il posto con Corsetti. 

Riproduzione riservata

I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  
I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  
I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  
I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  
I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  
I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  



Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

 

error: Stai cercando di copiare il testo di questo articolo? Ovviamente non hai il permesso per farlo, ma ti ritieni un grande giornalista... in fondo pensi di cambiare qualche parola, di toglierne qualche altra ed hai risolto. Appartieni anche tu a qualche importantissima testata locale che fa centinaia di visite sulla pelle di chi lavora? Magari vieni anche pagato, complimenti!!! Sei proprio un furbacchione tu ed il tuo direttore che te lo permette, abbiamo fatto in modo di renderti il lavoro un po\\\' arduo, abbiamo deciso di farti applicare 1 minuto in più per copiare!!!