Libertas: Momento nero

I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  
I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  
Continua il momento nero della Libertas Volley: nel palazzetto dello sport di via Atigliana, le ragazze di mister Daniel Morelli sono state sconfitte dall’Abatese con un secco 3 a 1. Il team di San’Antonio Abate è riuscito ad aggiudicarsi il primo set col punteggio di 25-20. Pronta la reazione della Libertas, che ha pareggiato i conti portando a casa il secondo parziale col punteggio di 25-23. Svolta decisiva nel terzo set, nel corso del quale le pallavoliste sorrentine sono letteralmente crollate sotto i colpi delle avversarie: 25-7 il punteggio, che non lascia spazio a recriminazioni. Nel quarto set, la Libertas ha provato a riaprire il match, ma si è dovuta arrendere per 26-24 dinanzi alla migliore condizione fisica dell’Abatese e ad alcune contestatissime decisioni arbitrali. Unica nota positiva il ritorno in campo di Liana Gargiulo che, dopo quasi un anno di assenza, ha disputato l’intera partita. Dopo l’ennesima sconfitta in casa, però, la classifica della Libertas comincia a farsi preoccupante: il team di Sorrento conserva il quintultimo posto, ma il vantaggio sulla terzultima si riduce a soli due punti. E all’orizzonte si profilano due partite durissime. Domenica prossima, infatti, la Libertas sarà impegnata sul campo della Cus Caserta, attualmente al comando della classifica, mentre tra due settimane dovrà vedersela con la temibile Ribellina Volley. Resta fiducioso mister Daniel Morelli: «Dobbiamo restare uniti – commenta – Ci restano ancora due scontri diretti contro squadre ampiamente alla nostra portata: la salvezza è possibile».
Ciriaco M. Viggiano
I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  
I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  
I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  
I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  
I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  
I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  



Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

 

error: Stai cercando di copiare il testo di questo articolo? Ovviamente non hai il permesso per farlo, ma ti ritieni un grande giornalista... in fondo pensi di cambiare qualche parola, di toglierne qualche altra ed hai risolto. Appartieni anche tu a qualche importantissima testata locale che fa centinaia di visite sulla pelle di chi lavora? Magari vieni anche pagato, complimenti!!! Sei proprio un furbacchione tu ed il tuo direttore che te lo permette, abbiamo fatto in modo di renderti il lavoro un po\\\' arduo, abbiamo deciso di farti applicare 1 minuto in più per copiare!!!