B1, La MSC non sa più vincere

I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  
I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  
E sono quattro. Dopo Corigliano, Avellino e Molfetta la Msc Crociere Sorrento deve arrendersi anche alla MyMamy Reggio Calabria che al palazzetto dello sport di via Atigliana la spunta al tie-break, dopo un match equilibrato dove i padroni di casa si sciolgono come neve al sole nel momento topico. Per i ragazzi allenati da Luigi Russo c’è almeno la consolazione di aver portato a casa un punto che serve, se non altro, a smuovere un po’ la classifica.
A sorpresa l’allenatore costiero apporta una modifica allo schieramento titolare, lanciando lo schiacciatore Esposito come libero al posto di Benedetto che si accomoda in panca. Per il resto lo scacchiere è immutato: la diagonale palleggiatore-opposto è formata da Panetto e Scialò, gli schiacciatori sono Costa e capitan Ricciardello, mentre sotto rete si posizionano Bassi e Cuccaro.
L’inizio del match è equilibrato. Al primo tecnico i calabresi sono avanti 6-8, ma con il passare degli scambi i costieri si riportano in parità, fino al 13-13. La dea bendata, però, improvvisamente decide di voltare le spalle al Sorrento che sul 13-15 perde per infortunio il brasiliano Costa, sostituito dal giovane Astarita F. La mancanza di una pedina fondamentale come l’ex schiacciatore della Quasar Massa Versilia sembra inizialmente tagliare gambe ai sorrentini che infatti subiscono un break di cinque punti e si ritrovano ad inseguire il 15-20. L’orgoglio dei ragazzi di patron Evangelista viene però improvvisamente a galla e complice una serie positiva di battute di Astarita il risultato si capovolge e la MSC passa avanti 21-20. Incassato il parziale di sei punti, i calabresi si riportano sul 21 pari. ma un muro di Cuccaro spinge i suoi avanti, fino al 24-21. Il Sorrento, però, fallisce due match ball finchè Scialò decide di mettere il pallone sul taraflex per il definitivo 25-23.
Il secondo set, invece, vede gli ospiti assoluti protagonisti: il capitano della MyMamy, Scopelliti, sale in cattedra e guida i sui per mano fino al 12-16. Un altro black-out, poi, spinge i calabresi a +6 sul 14-20. Il margine di vantaggio continua ad aumentare fino al 17-25 firmato D’Andrea che fissa il risultato sull’1-1.
Nel terzo break regna un equilibrio perfetto: le due compagini rispondono punto su punto. La posta in palio è alta e la concentrazione è ai massimi livelli. Si giunge in perfetta parità fino al 19-19 grazie a due punti di capitan Ricciardello che in trance agonistica guida i suoi fino al 21-19. Al resto, poi, ci pensano due muri di Scialò, un fallo in palleggio del libero avversario, un ace di Cuccaro e la stoccata vincente ancora di Scialò che, come nella prima frazione, chiude il set, stavolta sul 25-19.
Nella manche successiva ci si attende il colpo di grazia della MSC. Le prime battute, però, dimostrano l’esatto contrario: Reggio Calabria ai due tecnici è avanti prima 5-8, poi 12-16. Un vantaggio importante che i ragazzi di Ferraro amministrano con cura e grazie ad un netto calo di concentrazione dei padroni di casa alimentano fino al 18-25 finale.
L’inizio del quinto ed ultimo set è avvincente. L’equilibrio regna ancora sovrano ed infatti al cambio campo la MyMamy è avanti solamente di una lunghezza (7-8). Un Ricciardello monumentale, però, manda in visibilio il palazzetto di via Atigliana portando Sorrento ad un passo dalla vittoria sull’11-9. Al break del capitano costiero risponde Mengozzi che riporta i suoi avanti 11-12. Quando tutto sembrava compromesso due muri vincenti rispettivamente di Bassi e Ricciardello spingolo la MSC sul 13-12 e fanno saltare i nervi al capitano ospite Scopelliti che si becca un’espulsione per somma di ammonizioni: 14-12. Sul più bello, però, Scialò spreca il match ball fallendo la battuta, poi Ricciardello sbaglia un attacco e si arriva al 14-14 con Reggio Calabria alla battuta. Di qui alla sconfitta il passo è breve: il 14-15 nasce da un’incomprensione tra Panetto ed Esposito ed il definitivo 14-16 che regala la vittoria alla MyMamy è figlio di un errore in ricezione, ancora di Esposito.
Nel prossimo incontro la MSC Sorrento sarà ospite della Castellana Kerakoll Catania, ottava in classifica con 26 punti e reduce da una sconfitta per 3-1 in casa della capolista Atripalda.
SORRENTO MSC CROCIERE NA – MYMAMY REGGIO CALABRIA 2-3 (25-23, 17-25, 25-19, 18-25, 14-16)
I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  
I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  



Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

 

error: Stai cercando di copiare il testo di questo articolo? Ovviamente non hai il permesso per farlo, ma ti ritieni un grande giornalista... in fondo pensi di cambiare qualche parola, di toglierne qualche altra ed hai risolto. Appartieni anche tu a qualche importantissima testata locale che fa centinaia di visite sulla pelle di chi lavora? Magari vieni anche pagato, complimenti!!! Sei proprio un furbacchione tu ed il tuo direttore che te lo permette, abbiamo fatto in modo di renderti il lavoro un po\\\' arduo, abbiamo deciso di farti applicare 1 minuto in più per copiare!!!