Vinaccia e Marino stendono il Neapolis

I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  
I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  
Napoli – Tre punti che danno continuità nei risultati e parzialmente anche nel gioco quelli raccolti oggi dal Massa contro il Neapolis. Contro un avversario alla ricerca di punti salvezza i ragazzi di mister Miniero prima si adeguano alla pochezza dell’avversario, poi pungolati dal gol subito rimediano dimostrando quello che avrebbero potuto dare prima senza soffrire e far soffrire.
Primo tempo da scapoli e ammogliati. Solo due occasioni sul notes. In apertura Esposito V. appena dentro l’area aggira il diretto avversario e tira in diagonale, devia l’omonimo locale disteso a terra con la mano in angolo. Minuto 25: punizione combinata dall’esterno area sinistro tra Zavarese e De Luca A. tiro parato a terra da Fiorentino.
La svolta – L’inizio della ripresa appare una copia sbiadita della prima frazione di gioco, quando al 9° De Luca A. approfitta di una dormita generale massese e calcia forte rasoterra dalla destra, devia basso Fiorentino, il più lesto è Tutolo che insacca a porta vuota.
La scossa – Il vantaggio locale scuote i nerazzurri del Presidente De Gregorio, che cercano la reazione ma sono troppo confusionari. Mister Miniero gioca la carta della terza punta inserendo Marino al posto di un Tufano S. non ancora in condizione atletica accettabile ed il Massa prende a giocare come sa.
Vinaccia Eurogol – Il pari arriva alla mezz’ora con Vinaccia bravo a raccogliere la respinta del numero uno locale da una punizione ed a calciare a volo poco fuori area: palla nel sacco e massesi padroni del campo.

Vinaccia autore del pari

Monologo Massa – Sparisce il Neapolis, ed è un monologo nerazzurro. Minuto 31.  Aiello pennella dalla sinistra  un assist per Marino che deve solo appoggiare palla in rete, ma cicca la sfera. Trascorrono due minuti,  punizione di Esposito V. che scheggia il palo alto alla destra del portiere. Il Massa preme, ci prova  Aiello dalla distanza. La conclusione è diretta all’incrocio, Esposito M. si supera deviando con la punta delle dita in angolo. Il Massa preme sull’acceleratore e a quattro dal termine corona gli sforzi con Marino. Vinaccia dall’aout sinistro crossa rasoterra, raccoglie il puntero praianese controllo, giro, tiro ed il gol della vittoria. I napoletani reagiscono nervosamente ma rimediano solo l’espulsione del neo-entrato Mancini che rimane sul rettangolo di gioco solo due minuti venendone punito per scorrettezze. La quota salvezza si avvicina sempre di più, poi ci sarà da divertirsi.

Neapolis – Massa Lubrense : 1 – 2
Neapolis: Esposito M. 6,5; De Stasio 5,5; Tufano C. 6 (87° Mancini sv); Cutolo 6 (85° Perone sv); Accurso 5,5; Maraniello 5,5; Ritondale 5,5 (63° Gallo 5,5); Manna 6; Sica 6; De Luca A. 6,5; Zavarese 6,5 – Allenatore La Peccerella 5,5 – In panchina: Esposito A.; Bruno; Russo; Di Mauro
Massalubrense: Fiorentino 6; Fiorito 5,5; De Gregorio 6; Vinaccia 6,5; De Luca F. 6,5; Santini 6; Parlato 5,5 (82° Terminiello sv); Guitto 6; Aiello 6 (85° Celentano sv); Esposito V. 6; Tufano S. 5,5 (69° Marino 6,5) . A disposizione: Rocco; Siniscalchi; Gargiulo; Volpe.
Allenatore: Miniero 6 
Arbitro: Gravina di Caserta 6
Reti: 54° Cutolo; 75° Vinaccia; 84° Marino
Note: Spettatori 100 circa. Ammoniti: nessuno (ML); Zavarese e Di Mauro (Neapoli).Espulso: Mancini all’ 89° per gioco falloso

I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  
I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  



Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

 

error: Stai cercando di copiare il testo di questo articolo? Ovviamente non hai il permesso per farlo, ma ti ritieni un grande giornalista... in fondo pensi di cambiare qualche parola, di toglierne qualche altra ed hai risolto. Appartieni anche tu a qualche importantissima testata locale che fa centinaia di visite sulla pelle di chi lavora? Magari vieni anche pagato, complimenti!!! Sei proprio un furbacchione tu ed il tuo direttore che te lo permette, abbiamo fatto in modo di renderti il lavoro un po\\\' arduo, abbiamo deciso di farti applicare 1 minuto in più per copiare!!!