Al SGB il derby con l’Evergreen

I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  
I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  

Francesco Nardo

Sant’Agnello – L’ Evergreen  vende cara la pelle e mette alle corde la squadra di Massaquano, alla quale cede i tre punti solo nel finale quando rimane prima in 10 e allo scadere addirittura in 9.
La squadra di mister Nardo inizia subito all’attacco rendendosi più volte pericolosa, ma l’imprecisione in fase realizzativa, o i pali e  le traverse, negano ai rossoblu la segnatura. Il vecchio adagio calcistico (gol sbagliato=gol subito) colpisce ancora: al 30° Scelzo trasforma un calcio di punizione dal vertice destro dell’area di Savarese, che per la verità si lascia sorprendere un po ingenuamente.
Subita la segnatura, i ragazzi di Nardo si rovesciano rabbiosamente all’attacco, ma complice il nervosismo per il gol subito non riescono a riportare lo score sulla parità. Nella seconda frazione la squadra di Sant’Agnello si chiude in difesa del vantaggio, mentre i rossoblu si propongono in attacco. Le occasioni fioccano, ma probabilmente gli attaccanti ospiti non sono in giornata, mentre Milleri si fa trovare comunque all’occorrenza pronto. Al 60° Caccioppoli penetra nell’area dei bianchi venendo atterrato in area di rigore. Schioppa di Torre del Greco decreta il penalty che viene trasformato dal giovanissimo Checco Apuzzo. Sul punteggio di parità il canovaccio non cambia con il SGB che schiaccia l’Evergreen nella propria metà campo , con i locali che si rendono comunque pericolosi in contropiede in particolare con il bravissimo Rosario Esposito. Mister Nardo dal canto suo, rivoluziona la squadra con gli innesti di Starace, Celentano e Francesco Apuzzo, spostando sulla linea d’attacco Macrì. E’ proprio quest’ultimo che al 85°, si libera in area ed insacca alla sinistra di Milleri.  Intanto l’Evergreen subisce l’espulsione di De Felice e quindi di Scelzo. Saltano tutti gli schemi, e durante il recupero di 5′ minuti accordato dall’arbitro è ancora Checco Apuzzo a siglare il definitivo 1 – 3.

EVERGREEN SANT’AGNELLO – SAN GIOVANNI BATTISTA      1 – 3

Evergreen; Milleri 7, Minieri 6 , Celentano 5, Cannavale 6 , Verdoliva 5, De Felice 5 , Romano 6 (Castellano 6), Rosa 6, Scelzo 6, Falcone 5 (Di Leva 7) , Esposito 7,5. A disp: Guarracino
Allenatore Imperato 7        
San Giovanni Battista: Savarese 6, Coppola 5 (Celentano 6), Macrì 7, Di Palma 5 (Starace 6), Del Gaudio 6, Guida 6,5, Cinque 6, Caccioppoli 6 (Apuzzo Francesco 6,5), Piccolo 6,5, Esposito 5, Apuzzo Checco 7.  A disp. Savarese, Guida, Di Paola, Gargiulo
Allenatore Nardo 7 
Arbitro sig. SCHIOPPA di Torre del Greco  7,5
Reti: 30° Schiavo (ES), 60° 90° Apuzzo F (SGB), 85° Macrì (SGB)
Ammoniti: Macrì, Cinque, Esposito, Apuzzo C, Starace (SGB),Schiavo,Romano, De Felice (ES)
Espulsi: De Felice, Romano (ES)

I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  
I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  
I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  
I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  
I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  
I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  



Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

 

error: Stai cercando di copiare il testo di questo articolo? Ovviamente non hai il permesso per farlo, ma ti ritieni un grande giornalista... in fondo pensi di cambiare qualche parola, di toglierne qualche altra ed hai risolto. Appartieni anche tu a qualche importantissima testata locale che fa centinaia di visite sulla pelle di chi lavora? Magari vieni anche pagato, complimenti!!! Sei proprio un furbacchione tu ed il tuo direttore che te lo permette, abbiamo fatto in modo di renderti il lavoro un po\\\' arduo, abbiamo deciso di farti applicare 1 minuto in più per copiare!!!