Esposito: “Neapolis ti punirò”

I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  
I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  

Massalubrense – Una perla nella vittoria sul Sant’Agnello nel derby, altre tre prodezze per far volare il Massalubrense in classifica è questa la stagione in pillole del talento costiero di Vincenzo Esposito. Nato calcisticamente nel Sorrento, il golden boy massese non è mai riuscito a esprimersi ad alti livelli, quest’anno la svolta nel giovane Massa di Miniero dopo i primi flash nella passata stagione.
«Quest’anno riesco a esprimermi meglio – sogghigna Vincenzo -. In questo periodo anche se con qualche acciacco sto contribuendo a salvare il Massa».
Una gara delicata quella che attende i neroazzurri domenica prossima contro il Neapolis, squadra che segue i massesi, ma il trequartista ha le idee chiare.
«Bisogna vincere per staccare il centro classifica – dice – e chiudere definitivamente il discorso salvezza per avere ancora delle mire di play-off».
Partiti con il chiaro intento di salvarsi senza passare per i play-out la compagine di Miniero viaggia a vele spiegate verso l’obiettivo

Vincenzo Esposito (Foto Lello Acone)

 prefissato.
«Non ci diamo limiti – commente Esposito -. Viviamo alla giornata, ogni partita ha una storia a se e quindi non abbiamo un obiettivo diverso da quello di inizio stagione anche perchè la società non ci pressa e giochiamo tranquilli».
Quattro perle in stagione, ma il genio della lampada neroazzurra non ha intenzione di fermarsi.
«Certo sarebbe bello raggiungere la doppia cifra – se la ride -, ma di certo quello che verrà sarà ben accetto».
Il futuro è ancora tutto da definire, Massa o non Massa questo è il dilemma che, al momento, attanaglia Vincenzino.
«Non so quali saranno i colori che vestirò nel prossimo anno -conclude -. Molto dipenderà dai futuri obiettivi del Massalubrense al quale sono molto legato».

Riproduzione Riservata

I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  
I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  
I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  
I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  
I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  
I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  



Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

 

error: Stai cercando di copiare il testo di questo articolo? Ovviamente non hai il permesso per farlo, ma ti ritieni un grande giornalista... in fondo pensi di cambiare qualche parola, di toglierne qualche altra ed hai risolto. Appartieni anche tu a qualche importantissima testata locale che fa centinaia di visite sulla pelle di chi lavora? Magari vieni anche pagato, complimenti!!! Sei proprio un furbacchione tu ed il tuo direttore che te lo permette, abbiamo fatto in modo di renderti il lavoro un po\\\' arduo, abbiamo deciso di farti applicare 1 minuto in più per copiare!!!