Esposito avverte: ‘Attento Sorrento, ci aspettano tutte battaglie’

I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  
I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  

Domenica, quando a tre minuti dalla fine del tempo regolamentare ha lasciato il posto a Di Nunzio, dalle tribune dello stadio ‘Italia’ lo scroscio d’applausi è stato talmente genuino che quasi non se l’aspettava. Dai suoi sostenitori è arrivato il giusto riconoscimento ad una partita perfetta, fatta di cuore, grinta e tanta corsa su e giù per quella fascia, un po’ come ai vecchi tempi. Contro il Monza, Antonio Esposito è ritornato alle origini, ovvero a ricoprire la carica di esterno di centrocampo, quel ruolo che ha sempre interpretato con cura a partire dagli anni in cui vestiva la casacca gialloblu della Juve Stabua. Un ruolo che, da quando è a Sorrento, ha dovuto lasciare ad altri, adattandosi a ricoprire quello di interno di centrocampo. Con il Monza, però, complice l’emergenza infortuni e squalifiche, Simonelli gli ha ridato fiducia, preferendolo a Corsetti e schierandolo dal primo minuto sei mesi dopo l’ultima volta: Sorrento – Reggiana finita 4-3 lo scorso 5 settembre. Fiducia ricambiata, e con i fiocchi: ‘Sono contento della mia prestazione – analizza Esposito. – Ritornare in campo dall’inizio dopo parecchi mesi passati ai box è stato facile, perché in tutto questo tempo mi sono allenato sempre con costanza e abnegazione massima’.

Tralasciando le vicende personali, l’esterno napoletano continua la sua analisi, passando questa volta al collettivo: ‘Quella con il Monza è stata una vittoria importantissima, perché ha chiuso un periodo difficile, in cui non eravamo riusciti a portare a casa il bottino pieno. Abbiamo sofferto, ma alla fine quello che conta è l’aver fatto nostri i tre punti’. Una delle chiavi di volta che ha permesso al Sorrento di arginare il tentativo di rimonta nella ripresa dei lombardi è stato il modulo, quel 3-5-2 caro a Simonelli tanto da indurlo a riprenderlo dall’armadio, spolverarlo e presentarlo come nuovo, in barba al più prolifico 4-4-2 di inizio stagione. Una scelta, quella del tecnico di Saviano, che sembra molto gradita ad Esposito: ‘Preferisco il 3-5-2 – conferma il centrocampista napoletano. – Con questo modulo, così come fatto domenica, posso ricoprire il ruolo di esterno destro. E’ una posizione che mi piace perché mi permette di fare sia la fase offensiva che quella difensiva’.

Moduli a parte, però, nella testa di Esposito è viva una convinzione: il Sorrento non deve lasciarsi ammaliare dalle sirene della classifica, quindi né della rincorsa al Gubbio capolista, né dalla preoccupazione di guardarsi le spalle: ‘Dobbiamo pensare solamente a noi stessi – incalza l’esterno ex Paganese. – Bisogna fare più punti possibile, le somme vanno tirate solamente alla fine’. Domenica prossima, intanto, c’è un’altra sfida di quelle da prendere con le pinze: il Sorrento, infatti, è atteso al ‘Giuseppe Sinigaglia’ dove sarà ospite del Como, reduce da tre risultati utili consecutivi, ottenuti contro Alessandria, Reggiana e Spezia: ‘Sarà una gara complicata – conclude Esposito. – Dobbiamo scendere in campo con la giusta mentalità e la giusta cattiveria. Da adesso in poi, tutte le squadra che affronteremo lotteranno per un obiettivo, chi per la promozioni, chi per la salvezza. Il tasso di difficoltà di questi incontri sarà sicuramente molto più alto di quello delle gare d’andata’.

RIPRODUZIONE RISERVATA

I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  
I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  
I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  
I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  
I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  
I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  



Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

 

error: Stai cercando di copiare il testo di questo articolo? Ovviamente non hai il permesso per farlo, ma ti ritieni un grande giornalista... in fondo pensi di cambiare qualche parola, di toglierne qualche altra ed hai risolto. Appartieni anche tu a qualche importantissima testata locale che fa centinaia di visite sulla pelle di chi lavora? Magari vieni anche pagato, complimenti!!! Sei proprio un furbacchione tu ed il tuo direttore che te lo permette, abbiamo fatto in modo di renderti il lavoro un po\\\' arduo, abbiamo deciso di farti applicare 1 minuto in più per copiare!!!