Real Massa, che San Valentino amaro!

I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  
I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  
Cinque minuti di follia a fine gara negano la terza vittoria di fila ai ragazzi di mister Vito Maddaloni, costretti a cedere con un pirotecnico 6-4 sul campo del San Valentino Torio, diretta concorrente per la lotta alla salvezza.
La gara si mette subito in salita per i massesi, che alla mezz’ora si ritrovano già sotto di un gol, causa la realizzazione di Ferraro. Cinque minuti dopo i padroni di casa raddoppiano grazie ad una sfortunata autorete di Belgenio. Il doppio passivo non scompone la compagine costiera che a cavallo tra il 40’ ed il 43’ della prima frazione di gioco riesce ad equilibrare le sorti del match, grazie alle reti di Persico e Berton. Il clamoroso sorpasso del Real Massa si concretizza poi al 65’ con Catafalco, ma la gioia per gli uomini di Maddaloni dura solo un giro di lancette, tanto basta a Vastola per trasformare in rete il tiro dal dischetto che vale il 3-3. Ancora uno scatto d’orgoglio consente al Real di andare di nuovo in vantaggio, questa volta grazie a Cacace M. che al 75’ batte Fasolino. Quando ormai la partita sembrava saldamente nelle mani degli ospiti, ecco arrivare la beffa decisiva: nel giro di cinque minuti, a partire dall’85’, il San Valentino capovolge il risultato, bucando per ben tre volte Romano, con Carotenuto, Ferraro e Vastola.
L’harakiri massese fissa il risultato sul 6-4 e consente al San Valentino di portarsi a quota tredici in classifica, giusto un punto dietro il Real che nel prossimo turno ospiterà il Calcio Piedimonte in un altro, decisivo, scontro salvezza.
CAMPIONATO PRIMA CATEGORIA – GIRONE E
DICIASSETTESIMA GIORNATA
SAN VALENTINO TORIO – REAL MASSA 6-4
Marcatori: 30’ e 88’ Ferraro (S), 35’ aut. Belgenio (R), 40’ Persico (R), 43’ Berton (R), 65’ Catafalco (R), 66’ rig. e 90’ Vastola (S), 75’ Cacace M. (R), 85’ Carotenuto (S)
SAN VALENTINO TORIO: Fasolino, Salerno, Tipaldi (dal 55’ Fezza), Carbone, Vastola, Caldoro, Corrado (dal 46’ Sessa), Carotenuto, Ferraro, Vastola, Longobardi (dal 60’ Corvino).
REAL MASSA: Romano, Belgenio, Persico, Gelzo, Aprea, Rotoli, Cacace D. (dall’85’ De Simone), Inserra, Catafalco (dall’80’ Apicella), Cacace M. Berton (dal 55’ Mosca). A disposizione: Coppola, Celentano, Miccio, Egro. Allenatore: Vito Maddaloni.
Arbitro: Gaspare Giglio di Agropoli
Ammoniti: Caldoro (S), Corvino (S), Aprea (S)
I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  
I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  
I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  
I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  
I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  
I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  



Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

 

error: Stai cercando di copiare il testo di questo articolo? Ovviamente non hai il permesso per farlo, ma ti ritieni un grande giornalista... in fondo pensi di cambiare qualche parola, di toglierne qualche altra ed hai risolto. Appartieni anche tu a qualche importantissima testata locale che fa centinaia di visite sulla pelle di chi lavora? Magari vieni anche pagato, complimenti!!! Sei proprio un furbacchione tu ed il tuo direttore che te lo permette, abbiamo fatto in modo di renderti il lavoro un po\\\' arduo, abbiamo deciso di farti applicare 1 minuto in più per copiare!!!