Evergrenn indenne a Capri

I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  
I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  

Sorrento – Prova di carattere per l’Evergreen S.Agnello che apre il girone di ritorno strappando un pareggio importante sul campo della Caprese, fin’ora implacabile tra le mura amiche. Entrambe le squadre si presentano in formazione rimaneggiata, in particolare gli ospiti che portano in panchina due soli uomini di movimento. Imperato sceglie un 4-5-1 prudente obbligato anche dall’emergenza ma non rinuncia ad attaccare. In campo dal primo minuto il giovane DeFelice che entra subito in partita dimostrando buona personalità in cabina di regia. Nel primo quarto d’ora le squadre si studiano senza mai creare grandi pericoli. Falcone al 25′ e De Felice al 28′ provano dalla distanza ma non impensieriscono il portiere locale.
La Caprese sembra soffrire il centrocampo folto dei santanellesi che  ripartono pericolosissimi in contropiede.
Primo tempo che si chiude con una bella punizione dal limite di Verdoliva che indovina forza e misura. Splendido l’intervento del portire isolano che toglie letteralmente la palla dall’incorcio.
Alla ripresa delle ositlità gli ospiti sono ancora più grintosi e riescono a passare dopo dieci minuti.
 Azione da manuale tutta di prima Rosa-Balduccelli-Rosa ed apertura per Esposito che si sovrappone rapidissimo sull’out di sinistra. Scatto bruciante, controllo in corsa e delizioso pallonetto dal limite corto dell’area che scavalca l’incolpevole portiere di casa. Palla in fondo al sacco e tutti di corsa verso la panchina di Mr. Imperato che viene letteralmente coperto dagli abbracci dei propri ragazzi.
La Caprese accusa il colpo e nonostante i cambi tarda a reagire. Anzi sono ancora gli ospiti rendersi pericolosi, prima con Balduccelli, poi con un indemoniato Falcone, ancora una volta migliore in campo.
L’episodio che cambia il match.  Balduccelli recupera palla sulla trequarti, salta l’uomo e s’invola in contropiede ma si ferma improvvisamente lamentando uno stiramento al quadricipite. Entra Pappalardo che si rende subito pericoloso, prima in mischia, poi con una bella girata di testa su calcio d’angolo. I tifosi di casa avvertono il pericolo e fischiano ripetutamente il nuovo entrato che sembra non gradire gli insulti dalle tribune.
L’espulsione di Pappalardo permette ai capreisi di spingere ancora di più, ma sull’episodio resta il giallo di un colpo proibito che lo stesso centrocampista ha subito dal capitano degli isolani che la direttrice di gara non vede. Infatti, minuto 75′,  Romano commette un duro fallo a centrocampo ai danni del capitano caprese.  Pappalardo interviene per separare i due e riceve un colpo al volto dal capitano degli isolani. Logica conseguenza il neoentrato perde la testa e reagisce beccandosi il cartellino rosso.
Spinta dall’uomo in più la Caprese sembra riprendere vigore ma Cannavale e compagni non mollano un centimetro e tengono gli avversari lontani dalla porta di Milleri.
Minuto 87  il colpo di scena che cambia la partita. Occasione fallita da Rosa che uscirà per infortunio, rilancio lungo del portiere di casa e presunto contatto tra Verdoliva e Pescina. Per la giacchetta nera è rigore, che l’attaccante segna due volte perchè fatto ripetere.
Nei sei minuti di  calcio spettacolo con una occasione per parte. Traversa di Falcone per i santanellesi, prodigioso intervendo di Milleri che salva il pari per i costieri.
Quasi un terzo tempo nel posto gara con pacche sulle spalle per tutti ed elogi per la direttrice di gara. Per l’Evergreen un’occasione persa per abbandonare l’ultima posizione in classifica, per chi vede il bicchiere mezzo vuoto, una grande prova d’orgoglio che lascia bene sperare Mr.Imperato in vista delle prossime partite.

Evergreen: Millesi, Coppola, Sparano, Cannavale , Verdoliva, Romano, Esposito R, Balduccelli (70′ Pappalardo), Rosa, DeFelice (88′ Esposito L.), Falcone. A  disposizione: Guarracino
All. Imperato
Marcatori: 55′ Esposito R. (Evergreen), 88′ Pescina (Caprese – rig)
Ammoniti: Falcone, Rosa, Verdoliva (Evergreen);
Espulsi: Pappalardo

I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  
I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  
I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  
I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  
I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  
I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  



Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

 

error: Stai cercando di copiare il testo di questo articolo? Ovviamente non hai il permesso per farlo, ma ti ritieni un grande giornalista... in fondo pensi di cambiare qualche parola, di toglierne qualche altra ed hai risolto. Appartieni anche tu a qualche importantissima testata locale che fa centinaia di visite sulla pelle di chi lavora? Magari vieni anche pagato, complimenti!!! Sei proprio un furbacchione tu ed il tuo direttore che te lo permette, abbiamo fatto in modo di renderti il lavoro un po\\\' arduo, abbiamo deciso di farti applicare 1 minuto in più per copiare!!!