Msc, ora vinci con una grande

I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  
I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  

Sorrento – Tutto in una notte. Luigi Russo cerca conferme dopo le buone prestazioni contro Corigliano e Atripalda. Ricciardiello e compagni hanno le idee chiare battere una grande per pensare in grande. In pochi avrebbero pensato che l’MSC Crociere Volley Sorrento potesse uscire con punti ed ottime prestazioni dal tour de force inaugurato con la trasferta di Corigliano e proseguita in quel di Atripalda. La squadra ha sovvertito tutti i pronostici e sembra vogliosa di continuare a farlo. Il rooster sorrentino ha saputo dare fondo a tutte le sue energie e ha mostrato un’ottima pallavolo, anche a fronte di qualche problema come ad esempio l’infortunio del palleggiatore titolare Panetto, portando a casa anche un punto dal match con il Caffè Aiello Coriglianno e arrivando vicino allo sgambetto nei confronti dei cugini irpini della Sidigas Atripalda. Proprio per questi motivi, e unitamente al recupero di Panetto, c’è molta fiducia nell’ambiente per il prossimo incontro di campionato che avrà luogo, dopo quasi un mese (ultimo match in casa il 16 gennaio con Chieti): al Palasport di via Atigliana arriverà infatti la Pallavolo Molfetta, squadra che al momento occupa la terza piazza ma che per buona parte del girone d’andata ha condiviso la leadership insieme all’Atripalda. Il Molfetta è una squadra allestita senza badare a spese con l’unico obiettivo di raggiungere la promozione diretta in serie A2, ma nel corso della stagione alcuni alti e bassi ne hanno limitato il rendimento. Allenati da Pino Lorizio, i pugliesi hanno in rosa il palleggiatore Parisi, lo scorso anno a Genova, e l’opposto De Luca, in A1 a Monza la passata stagione, di certo elementi di grande classe che dovranno essere marcati con cautela di ragazzi costieri.

I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  
I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  
I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  
I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  
I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  
I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  



Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

 

error: Stai cercando di copiare il testo di questo articolo? Ovviamente non hai il permesso per farlo, ma ti ritieni un grande giornalista... in fondo pensi di cambiare qualche parola, di toglierne qualche altra ed hai risolto. Appartieni anche tu a qualche importantissima testata locale che fa centinaia di visite sulla pelle di chi lavora? Magari vieni anche pagato, complimenti!!! Sei proprio un furbacchione tu ed il tuo direttore che te lo permette, abbiamo fatto in modo di renderti il lavoro un po\\\' arduo, abbiamo deciso di farti applicare 1 minuto in più per copiare!!!