Msc, Cuccaro: “Con il Molfetta gara perfetta”

I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  
I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  

Sorrento – La Msc Volley alla prima esperienza in B1 sta conducendo un campionato al di là di ogni più rosea aspettativa. Partita con l’obiettivo dichiarato della  salvezza, la compagine del presidente Evangelista può guardare lontano ed avere mire per il sesto posto.
Fabio Cuccaro, centrale della squadra costiera, alla prima esperienza in B1 fa il punto della situazione dopo il doppio turno in trasferta che ha visto i bianco blu sfiorare l’impresa a Corigliano e ben figurare ad Atripalda.
Al Palazzetto dell’Atigliana, nel prossimo turno interno, sarà di scena il Molfetta terza forza del campionato.
«E’ una compagine molto forte che nel mercato invernale si è ulteriormente rinforzata – dice -. Di certo non è contro i pugliesi che dobbiamo fare punti».
Alla prima esperienza in B1 come la propria squadra Cuccaro si dice soddisfatto del rendimento che sta avendo in questa stagione.
«Di certo dovevo abituarmi alla categoria – spiega -. Ma sono contento di come sto giocando anche perché in allenamento si deve sempre dare il massimo perché il livello tecnico della squadra è aumentato».
Ad Atripalda era assente il palleggiatore titolare Filippo Panetto, ex Molfetta, che potrebbe rivedere il campo contro i suoi ex compagni sul nuovo taraflex del palazzetto sorrentino.
«Sembra che Filippo si sia ripreso e potrebbe essere della partita – spiega -. Ma Miccio nella scorsa gara contro la capolista ha giocato bene. Per l’esperienza di certo Panetto sarà un valore aggiunto».
Per quanto il Molfetta sia una squadra attrezzata per il salto di categoria, in trasferta ha mancato di continuità per cui la gara potrebbe essere aperta a tutti i risultati.
«In casa possiamo avere le nostre chances se riuscissimo a giocare ai massimi livelli – dice il centrale -. Una prestazione come quella fornita ad Atripalda o Corigliano potrebbe valere tre punti importanti».
Il presidente Evangelista nell’intervista a noi rilasciata la scorsa settimana ha azzardato un ottimistico sesto posto il ragazzo della costiera, invece, viaggia basso.
«Al primo anno nella categoria dobbiamo solo pensare a salvarci – conclude -. Qualunque risultato in più della salvezza di certo sarà ben accetto».

I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  
I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  
I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  
I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  
I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  
I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  



Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

 

error: Stai cercando di copiare il testo di questo articolo? Ovviamente non hai il permesso per farlo, ma ti ritieni un grande giornalista... in fondo pensi di cambiare qualche parola, di toglierne qualche altra ed hai risolto. Appartieni anche tu a qualche importantissima testata locale che fa centinaia di visite sulla pelle di chi lavora? Magari vieni anche pagato, complimenti!!! Sei proprio un furbacchione tu ed il tuo direttore che te lo permette, abbiamo fatto in modo di renderti il lavoro un po\\\' arduo, abbiamo deciso di farti applicare 1 minuto in più per copiare!!!