Juniores: Vince la capolista

I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  
I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  

Positano – Al De Sica va in scena l’atteso derby juniores fra il Massalubrense, padrone di casa, e il Sant’Agnello capolista. Gli stati d’animo sono differenti, la formazione neroazzurra vorrebbe i tre punti per dare maggiore smalto a un campionato vissuto all’insegna dei tanti problemi di formazione, mentre il Sant’Agnello cerca di continuare il suo percorso netto.
Pronti via e gli ospiti la fanno da padroni dominando a centrocampo e creando due limpide palle goal divorate nell’ordine da Fiorentino e  Macarone. La gara si equilibra quando il trainer di casa inverte le posizioni di Prestigiovanni e Cangiano.
Al 36′ su di un calcio di punizione dalla tre quarti il Sant’Agnello trova il primo goal. Spiovente in area dalla trequarti, la difesa locale dorme e permette un colpo di testa miracolosamente salvato da Castellano, il portiere, però,  nulla può sul tap-in vincente da due passi di De Maio.
Il Massa non reagisce e all’intervallo il parziale vede in vantaggio i santanellesi per 1-0.
Nella ripresa D’Esposito opta per tre cambi in contemporanea mossa che sembra scuotere i neroazzurri. Nel momento di maggior pressione dei padroni di casa il Sant’Agnello raddoppia.
L’arbitro Blando decreta la massima punizione per un presunto fallo su Fiorentino, Coppola trasforma in maniera impeccabile.
Passano soli sei minuti e si materializza l’episodio che riapre il match. Questa volta il penalty viene concesso a favore dei padroni di casa. Stinga spiazza Palomba e riapre la gara.
Il forcing dei padroni di casa si spegna al 33mo. Punizione dalla distanza, Ferraro centra, la difesa ancora una volta sbaglia e sulla ribattuta della traversa Inserra chiude il match.

Il tecnico dei padroni di casa commenta così al termine dell’incontro: «Gara agonisticamente bella che a tratti abbiamo anche giocato bene venendo puniti da tre palle inattive. Auguro al Sant’Agnello le migliori fortune possibili per questo campionato».

Campionato Juniores girone H
Massa Lubrense: Castellano Luigi, Guarracino Massimo, Gargiulo Valerio (VK), Di Sanza Matteo, Coppola Giovanni, Mastellone Gianluigi, Prestigiovanni Francesco, Cangiano Antonino (K), Stinga Angelo, Volpe Vito, Palomba Gianluca. A disposizione: Ruocco Salvatore, Iaccarino Natale, De Gregorio Emilio, Vanacore Antonino, Gaeta Matteo, Buonocore Pasquale, Vanacore Ernesto.
Allenatore: sig. Michele D’Esposito
F.C.Sant’Agnello: Palomba Gianmarco, Ferraro Giovanni (VK), d’Esposito Raffaele, Coppola Salvatore (K),
Russo Daniele, Schiazzano Stefano, De Maio Davide, Inserra Vittorio, Guarino Erminio, Macarone Palmieri Giuseppe, Fiorentino Raffaele. A disposizione: Abbruzzese Marco, Cicchiello Fabrizio, Castellano Antonino, Iaccarino Mattia, Coppola Tullio, D’Angiolo Francesco, Castellano Gianluca.
Allenatore: sig. Michele Ponticorvo
Arbitro: Sig. Blando di Ercolano

Marcatori: 36’pt Fiorentino (S), 22’st Coppola (S), 28’st Stinga (M), 33’st Inserra (S)

I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  
I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  
I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  
I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  
I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  
I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  



Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

 

error: Stai cercando di copiare il testo di questo articolo? Ovviamente non hai il permesso per farlo, ma ti ritieni un grande giornalista... in fondo pensi di cambiare qualche parola, di toglierne qualche altra ed hai risolto. Appartieni anche tu a qualche importantissima testata locale che fa centinaia di visite sulla pelle di chi lavora? Magari vieni anche pagato, complimenti!!! Sei proprio un furbacchione tu ed il tuo direttore che te lo permette, abbiamo fatto in modo di renderti il lavoro un po\\\' arduo, abbiamo deciso di farti applicare 1 minuto in più per copiare!!!