Il pagellone del martedì

I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  
I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  


10 al Real Massa di mister Vito Maddaloni. Il roboante successo (6-2) ottenuto sul Toria (di certo non una compagine di sprovveduti) ha una doppia valenza: in primis certifica, finalmente, una netta inversione di tendenza rispetto al passato prossimo, troppo brutto per essere vero. In secundis, e non è poco, regala tre punti pesanti in chiave salvezza, visto che le dirette concorrenti hanno tutte quante steccato. E mercoledì c’è il recupero casalingo contro il Santa Maria La Carità. Chiedere di bissare la consistente affermazione anche con i sammaritani forse è troppo, ma perché non provarci?

9 all’F.C. Sant’Agnello. Sulla carta vincere con il San Sebastiano avrebbe dovuto rappresentare per i biancoazzurri costieri una formalità. Ed, invece, non è stato così. Ma poco conta. Conta, invece, aver ritrovato i tre punti dopo la disfatta di Mondragone ma, soprattutto, l’essersi candidata, senza se e senza ma, alla lotta per un posto ‘al sole’ nei play-off, che distano adesso solo tre punti. E se la matricola terribile riuscisse nell’impresa?

8 a Paulo Sergio Bettanin, in arte Paulinho. Ancora lui. Sempre e solo lui. Anche questa volta decide di salvare il suo Sorrento al ‘Benelli’ mettendo la sfera per ben due volte alla spalle di Gianmaria Rossi. Di testa, di destro, di sinistro, di potenza e di precisione non ha importanza. L’importante sono i numeri e quelli parlano chiaro: 17 reti in stagione, capocannoniere indiscusso di tutta la Lega Pro. Può bastare?

7 alle ragazze della Folgore Massa. Impegnate nel girone C della Seconda Divisione, le atlete guidata da Maria Laura Esposito hanno domato al tie-break le ‘leonesse’ della Black Lions Napoli. Sotto di un set, la pallavoliste massesi trovano la forza per reagire e, tra alti e bassi, portano a casa due punti, che si vanno a sommare ai sei ottenuti grazie alle due vittorie nelle precedenti tre giornate. E pensare che l’unica sconfitta è arrivata proprio contro le cugine della Gimel Sant’Agata…

6 all’under 19 della Fortitudo Basket Sorrento. L’allenamento contro l’Amicizia e Sport Stabia è filato liscio come l’olio, garantendo la dodicesima vittoria su altrettanti incontri. Dalla prossima, però, si torna a fare sul serio. Lunedì al ‘Palamangano’ di Scafati, Rossi e compagni dovranno dimostrare contro la Pro Loco Scafati ‘A’, seconda forza del girone, di meritare davvero di essere lì su in classifica. In caso di ‘tredici’, il 10 al prossimo pagellone per i ragazzi di coach Marino è largamente assicurato.

I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  
I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  

5 al Massa Lubrense. Al ‘Conte’ di Pozzuoli dai nerazzurri ci si attendeva il definitivo salto di qualità, condito, ovviamente, dai tre punti. Così non è stato. Di punti non ne è arrivato nemmeno uno, con l’aggravante che si è persa forse la più ghiotta occasione della stagione per rientrare nuovamente nella zona play-off.

4 alla squadra di serie D della Penisola Basket. Contro la Polisportiva Pro Cangiani è arrivata la quarta sconfitta consecutiva che tiene al palo i bianconeri costieri, fermi a quota 0 in classifica. Di questo passo la retrocessione diventa quasi realtà. A coach Savarese l’arduo compito di rimettere a posto i cocci della squadra e di prepararla alla nuova trasferta di Angri, in programma domenica alle 18.45.

3 al primo tempo del Sorrento al ‘Benelli’ di Ravenna. Regalare quarantacinque minuti agli avversari, prima di cominciare a giocare sul serio, sembra essere diventato una prassi per i rossoneri. Poche motivazioni? Masochismo nel godere di essere presi a schiaffi prima di restituirli, anche con gli arretrati? I motivi di tali partenze ad handicap sono tutt’ora ignari. Non resta nascosto, però, il dato dei gol subiti nelle prime frazioni di gioco, 18 sui 26 totali. Sarà un caso? Noi pensiamo di no…

2 al signor Vincenzo Grazioso di C/Mare di Stabia. Dire che la giacchetta nera in questione, chiamata a dirigere il match di calcio a 5 tra Meta e Sporting Scafati, sia incappata in una giornata no è forse riduttivo. Per chiarimenti basta chiedere a caso tra uno dei tesserati delle due società. Se sia la squadra di casa che quella salernitana si sono lamentate a gran voce della sua direzione di gara un motivo ci dovrà pur essere…

1 alla FIGC, sezione Campania. Far disputare il derby del campionato juniores tra Massa Lubrense e Sant’Agnello al ‘De Sica’ di Positano è da folli, considerando soprattutto che il ‘Comunale’ di viale dei Pini era a disposizione. Motivo di tale decisione? Il Sant’Agnello, società ospitata, avrebbe tratto vantaggio nel giocare sul proprio campo. Peccato, però, che gli stessi dirigenti massesi, orfani del ‘Cerulli’ e contrari all’idea di giocare a Montepertuso, si siano opposti a tale decisione tramite una missiva ufficiale inviata agli uffici federali, prontamente rispedita al mittente.

0 a chi ha creduto, o crede ancora, alla ‘meteora’ Gubbio. La vittoria al ‘Bentegodi’ è la numero nove nelle ultime dieci partite. Adesso il vantaggio sul Sorrento sale a sette punti, otto se si volesse contare anche quello tolto agli umbri su impulso della Commissione Criteri Sportivi e Infratrutturali. Può bastare? Noi crediamo di sì…

I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  
I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  



Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

 

error: Stai cercando di copiare il testo di questo articolo? Ovviamente non hai il permesso per farlo, ma ti ritieni un grande giornalista... in fondo pensi di cambiare qualche parola, di toglierne qualche altra ed hai risolto. Appartieni anche tu a qualche importantissima testata locale che fa centinaia di visite sulla pelle di chi lavora? Magari vieni anche pagato, complimenti!!! Sei proprio un furbacchione tu ed il tuo direttore che te lo permette, abbiamo fatto in modo di renderti il lavoro un po\\\' arduo, abbiamo deciso di farti applicare 1 minuto in più per copiare!!!