L’Atletico fa la manita, Evergreen ko

I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  
I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  

San Sebastiano al Vesuvio – L’Atletico Stabia riprende la propria corsa verso la promozione battendo il fanalino di coda Evergreen S.Agnello. Padroni di casa subito molto attivi nei primi minuti di gioco. Il capitano-allenatore Asto invita più volte alla conclusione Borrelli e Criscuolo ma Milleri sembra essere in gran giornata e nega il gol prima in uscita a terra poi con un bel volo plastico. L’Evergreen si fa pericoloso in contropiede con Esposito che va sul fondo e mette indietro una palla interessante che non trova però compagni liberi per battere a rete. Un minuto dopo è Balduccelli ad andare in gol con una bella conclusione dal limite ma Ricciardi annulla per presunto off-side. Al primo errore dell’Evergreen in fase di impostazione Asto ruba palla, suggerisce per Di Costanzo che va dall sinistra mete al centro un cross perfetto. Celentano è in anticipo ma viene stratonato vistosamente da Borrelli, non visto dall’arbitro, che insacca sfruttando esperienza e prestanza fisica. L’Evergreen sembra tramortito dal gol subito e lascia il campo ai padorni di casa. Romano per De Sio e due a zero per i padroni di casa.
Dopo aver cambiato modulo e provato a imbrigliare la manovra dei padroni di casa, l’Evergreen al rientro dagli spogliatoi riesce ad accorciare le distanze con Balduccelli che dal limite mette alle spalle dell’estremo difensore con un tocco calibrato.
La migliore preparazione dei vesuviani diviene devastante e nell’arco di pochi minuti la squadra di Asto piazza la terza rete che spezza la gara. Al 65′ gli sforsi dell’Evergreen diventano inutili. Cross dalla sinistra per il bomber Borrelli che conclude a volo dalla distanza con un missile che va ad insaccarsi all’incrocio sul palo opposto.
L’Evergreen avrebbe l’opportunità di ridurre il divario solo se Ricciardi decretasse un evidente rigore per un fallo su  Balduccelli.
Nei minuti finali i padroni di casa vanno a segno ancora due volte in mischia dopo due grandi interventi di Milleri. Vittoria meritata per l’Atletico che ha fatto valere esperienza, fisicità e fattore campo, ma risultato bugiardo per un’Evergrren che ha messo paura ai propri aversari. “Non bastano le tante assenze a giustificare la classifica deficitaria – dichiara Aulcino, dirigente accompagnatore della formazione costiera – C’è bisogno di più carattere in campo e più fiducia nei propri mezzi. Continuiamo a giocare a sprazzi e ad essere puntulamente puniti per ingenuità inammissibili per una squadra che lotta per la salvezza”.

Campionato di Seconda Categoria 13a giornata girone L
Atl. Stabia: Vertaglio, Piscopo (60′ Manna), Formisano, Meglio, Lastra, Piro, Di Costanzo, DeSio, Borrelli, Asto, Criscuolo (70′ Vivese);
A disp.: DeFalco, Recupito, Bussola
All.: Asto
Evergreen: Millesi, Coppola, Sparano, Cannavale , Verdoliva (40′ Castellano), Celentano, Romano (40′ Pappalardo), Esposito R, Balduccelli, Rosa (80′ DeFelice), Falcone;
a disp.: Guarracino, DiLeva
All. Imperato
Arbitro: Ricciardi
Marcatori: 15′ Borrelli (Atl.), 38′ DeSio (Atl.), 50′ Balducceli (Evergreen), 65′ Borrelli (Atl.), 85′ Borrelli(Atl), 93′ Di Costanzo (Atl).
Ammoniti: Falcone (Evergreen);

I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  
I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  



Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

 

error: Stai cercando di copiare il testo di questo articolo? Ovviamente non hai il permesso per farlo, ma ti ritieni un grande giornalista... in fondo pensi di cambiare qualche parola, di toglierne qualche altra ed hai risolto. Appartieni anche tu a qualche importantissima testata locale che fa centinaia di visite sulla pelle di chi lavora? Magari vieni anche pagato, complimenti!!! Sei proprio un furbacchione tu ed il tuo direttore che te lo permette, abbiamo fatto in modo di renderti il lavoro un po\\\' arduo, abbiamo deciso di farti applicare 1 minuto in più per copiare!!!