Al Benelli basta un tempo al Sorrento

I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  
I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  

Foto di Paolo Genovesi

Ravenna – Si addormenta per un tempo, va sotto di due reti e poi rimonta il Sorrento di Gianni Simonelli nella delicata trasferta di Ravenna. Al Benelli, nell’ultimo turno interno dei giallorossi, era caduto il Gubbio capolista e i rossoneri devono ringraziare la buona vena di Paulinho se escono indenni dallo stadio romagnolo. Che non era giornata lo si capisce al primo affondo del Ravenna che permette ai padroni di casa di passare in vantaggio. Uno sciagurato passaggio di tacco di Erpen è intercettato da Cazzola che fugge via sulla destra, resiste al rientro vigoroso di Vanin e centra, Lo Monaco svirgola la sfera con il destro e tradisce Rossi mettendo la palla nella propria rete. Ancora una volta i costieri provano a limitare gli avversari attuando una difesa molto alta, ma senza portare il giusto pressing sui centrocampisti di casa. Dopo un tiro dal limite di Rossetti, incontenibile oggi, che Generoso Rossi controlla in due tempi uno degli episodi che cambierà alla lunga l’andamento del match. Dentro Guitto, fuori Cazzola. Il Ravenna passa a giocare con il trequartista, ma non ne risente, anzi raddoppia. Dopo un provvidenziale intervento del pipelet ospite su Chianese con palla deviata in angolo, i padroni di casa grazie alla seconda autorete, questa volta di Paulinho, vanno avanti di due reti. Angolo battuto da Sciaccaluga, Rossetti anticipa il diretto marcatore e gira verso la porta, la palla sembra andare fuori, ma l’attaccante carioca devia la palla nella propria rete.
I rossoneri si risvegliano quando i padroni di casa concedono campo. Giocata brasiliana fra Erpen, Corsetti e Togni, il centrocampista calcia di prima intenzione, ma Gianmaria Rossi salva, si avventa sulla ribattuta il talento di San Leopoldo, ma il suo tiro finisce clamorosamente sul fondo.
Simonelli capisce che non è aria è passa al 3-4-1-2, sposta Erpen alle spalle degli attaccanti e sistema momentaneamente Angeli nella linea dei difensori. L’andazzo non cambia sino a quando Nicodemo entra fuori tempo sul migliore in campo Rossetti che si infortuna e verrà sostituito al terzo del secondo tempo da Grea.
E’ un Sorrento trasformato quello che entra in campo nella ripresa con Sabato al posto di un evanescente Manco. Simonelli sistema le cose e al 1′ Carlini di testa dal centro dell’area manca la rete che dimezzerebbe lo svantaggio.  

Foto Paolo Genovesi

I rossoneri sfruttano l’errore del Ravenna che crede di aver vinto la gara e si chiude in difesa. C’è grinta e determinazione spietata nella squadra del professore di Saviano. Praticamente nella seconda parte di gara in campo c’è un altro Sorrento.
Due minuti e due azioni pericolose, prima Lo Monaco colpisce centralmete una punizione di Togni poi Paulinho rimedia alla deviazione della prima frazione e accorcia le distanze su rigore.
Erpen si incuena in area ed è affrontato da Tagliani che lo trattiene, per Peretti è rigore che il capocannoniere del girone trasfroma lasciando di sasso il portiere di casa.
Paulinho e Fonjock  si lanciano nella rete a recuperare la palla e si spintonano, l’arbitro vede tutto e li ammonisce entrambi. Per il carioca sarà deteminate questo giallo.
La gara per venti mintui stagna a centrocampo. Sorrento che predomina, ma sbaglia troppi appoggi, Ravenna che prova a chiudere la gara in contropiede e protesta per alcune dubbie decisioni della terna arbitrale.
Il pareggio dei rossoneri nasce ancora una volta su palla inattiva. La squadra costiera sfrutta abilmente un angolo, Togni centra Paulinho finalizza bruciando tutti.
La gara si sveglia perchè i romagnoli vogliono vincere e riprendono a giocare con insitenza, il Sorrento prova a sfruttare gli spazi in velocità con le squadre che si affrontano a viso aperto. Rischiano di più i costieri che salvano prima con Angeli una mischia in area e in chiusura ringraziano Paolo Rossi, che non si dimostra opportunista come il Pablito mondial, lisciando una palla che chiedeva solo di essere spinta dentro dopo un difettoso intervento di Generoso Rossi. 
Dalla trasferta in Emilia i rossoneri tornano in costiera con il distacco aumentato dal Gubbio capolista che allunga a più sette, ma con la consapevolezza che per raggiungere un sogno c’è bisogno di tanta grinta e determinazione.
Si spera nel recupero di Bonvissuto nel prossimo impegno contro il Monza che vedrà il Sorrento giocare senza Paulinho e Carlini che saranno squalificati. 

Campionato di Lega Pro Prima Divisione girone A 22a giornata
Ravenna (4-4-2): Rossi Gi. 6, Carnesalini 6,5, Tagliani 5,5, Fasano 5,5, Sabato 6, Rossetti 7.5 (3’st Grea 6), Sciaccaluga 6, Fonjock 6,5, Cazzola 6 (16’pt Guitto 5,5), Chianese 5,5, Rosso 5.5 (39’st Rossi P s.v.). A disposizione: Pellegrino, Rosini, D’Esposito,  Gerbino Polo.
Allenatore: sig. Rossi L. 6
Sorrento (4-4-2): Rossi Ge 6, Vanin 6, Terra 5,5, Lo Monaco 6, Angeli 5, Erpen 6, Nicodemo 5,5, Togni 5,5, Manco 5 (1’st Sabato R  6,5), Carlini 5.5 (39’st Pignalosa s.v.), Paulinho 6,5. A disposizione: Mancinelli, De Giosa,  Esposito, Niang, Camorani, Pignalosa.
Allenatore: Simonelli 6
Arbitro: Peretti di Verona
Marcatori: 4’pt aut Lo Monaco (R), 21’pt aut. Paulinho (R), 9’st e 25’st Paulinho rig. (S),
Note: spettatori 2000 circa. Ammoniti: Nicodemo, Carlini, Fonjock, Paulinho, Sciaccaluga. Espulso: Paulinho. Angoli 7-3 per il Ravenna . Recupero: 3’pt, 5’st. Premiato Rossetti per le 100 gare con la maglia del Ravenna

I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  
I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  
I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  
I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  
I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  
I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  



Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

 

error: Stai cercando di copiare il testo di questo articolo? Ovviamente non hai il permesso per farlo, ma ti ritieni un grande giornalista... in fondo pensi di cambiare qualche parola, di toglierne qualche altra ed hai risolto. Appartieni anche tu a qualche importantissima testata locale che fa centinaia di visite sulla pelle di chi lavora? Magari vieni anche pagato, complimenti!!! Sei proprio un furbacchione tu ed il tuo direttore che te lo permette, abbiamo fatto in modo di renderti il lavoro un po\\\' arduo, abbiamo deciso di farti applicare 1 minuto in più per copiare!!!