Scafati troppo forte, il Meta soccombe

I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  
I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  

La formazione dello Sporting Scafati

Troppo netto il divario tecnico tra Sporting Scafati e Meta, con i ragazzi di mister Manzi che devono cedere ai superiori colleghi salernitani con un inappellabile 12-2. Complice le numerose ed importanti assenze, i padroni di casa scendono in campo in formazione rimaneggiatissima. Di fronte, invece, c’è uno Scafati in grande forma, reduce dal clamoroso 24-1 inflitto nell’ultimo turno all’Oratorio S.Domenico. Il primo quarto d’ora di gara è abbastanza equilibrato, con gli ospiti che vanno in vantaggio con un calcio di punizione di Carotenuto, deviato dalla barriera, ed i biancoazzurri metesi che replicano appena un giro di lancette più tardi con Sciaraffa il quale, dopo aver scartato anche Picone, deposita la sfera a porta sguarnita. La situazione di equilibrio si spezza intorno al 20’, quando uno scatenato Virzo mette a segno una tripletta e porta i suoi sul 4-1, arrotondato dal gol allo scadere di Triola.

Nella seconda frazione di gioco gli uomini di Manzi provano a rimettere in carreggiata il match, ma è ancora Virzo, al 6’, a spegnere definitivamente le velleità dei padroni di casa, che con il passare dei minuti lasciano sempre più campo agli avversari che approfittano e dilagano mettendo la sfera in rete in altre sei occasioni. La seconda ed ultima segnatura per il Meta porta la firma di Carotenuto che al 13’ da calcio piazzato infila un incolpevole Picone.
SERIE D – GIRONE F
OTTAVA GIORNATA
ASD META – SPORTING SCAFATI 2-12 (1-5)
Marcatori: 5’ p.t. e 14’ s.t. Carotenuto (S), 6’ p.t. Sciaraffa (M), 17’, 18’, 16’ p.t. e 6’ s.t. Virzo (S), 32’ p.t. e 24’ s.t. Triola (S), 11’, 18’ e 23’ s.t. De Maria (S), 13’ s.t. Carotenuto (M), 29’ s.t. Lantieri (S)
ASD META: Porzio, Russo M. Manzi, Ercolano, Sciaraffa. A disposizione: Russo C. Miccio, D’Auria, Gargiulo. Allenatore: Giuseppe Manzi.
SPORTING SCAFATI: Picone, De Lorenzo, Iorio, Langellotti, Triola. A disposizione: Virzo, Lanzieri, De Maria, Troise, Carotenuto, Apuzzo, Virzo. Allenatore: Mario De Simone.
Arbitro: Vincenzo Grazioso di C/Mare di Stabia
Ammonito: Carotenuto (M)
I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  
I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  
I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  
I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  
I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  
I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  



Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

 

error: Stai cercando di copiare il testo di questo articolo? Ovviamente non hai il permesso per farlo, ma ti ritieni un grande giornalista... in fondo pensi di cambiare qualche parola, di toglierne qualche altra ed hai risolto. Appartieni anche tu a qualche importantissima testata locale che fa centinaia di visite sulla pelle di chi lavora? Magari vieni anche pagato, complimenti!!! Sei proprio un furbacchione tu ed il tuo direttore che te lo permette, abbiamo fatto in modo di renderti il lavoro un po\\\' arduo, abbiamo deciso di farti applicare 1 minuto in più per copiare!!!