Auto e cornice d’altri tempi

I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  
I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  

Agerola (Na) – Appassionati di automobilismo storico e non si daranno appuntamento il prossimo 19 marzo per la seconda rievocazione storica della Coppa della Primavera che l’ASD Road Legend, la scuderia Mig e Historic Club Montoro hanno organizzato nello splendido scenario tra Amalfi e Agerola.
Nata nel lontano 1961 come cronoscalata, la corsa si fermò bruscamente all’inizio degli anni ’90, ora la tenacia e la volontà dei nuovi organizzatori l’ha vista rinascere in ambito storico.
Sulla scia degli ottimi risultati ottenuti lo scorso anno, gli organizzatori, in primis il presidente dell’ “A . S. Road Legends Sorrento” Giuseppe Russo, assieme al consigliere Valentino Acampora e al segretario Pasquale Aversa, coadiuvati dalla “Scuderia Piloti MIG” e dal “Montoro Historic Club” si sono prodigati da tempo affinché l’appuntamento di Marzo sia ancora più infervorante ed entusiasmante, sia per i piloti che per le centinaia di appassionati che saranno presenti all’evento.
Non potranno essere più di 70 gli equipaggi al via della seconda edizione della “Coppa della Primavera” anche perchè i piloti dovranno mantenere una media imposta dall’organizzazione.
Si attende il boom delle iscrizioni sin dall’apertura in febbraio.
Seconda edizione storica, ma sembra solo una fase di passaggio. L’obiettivo degli organizzatori è raggiungere il riconoscimento dell’italiano delle cronoscalate storiche. Una sfida importante come merita il palcoscenico Amalfi, Agerola, Conca dei Marini, tra i panorami più belli del mondo.

I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  
I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  



Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

 

error: Stai cercando di copiare il testo di questo articolo? Ovviamente non hai il permesso per farlo, ma ti ritieni un grande giornalista... in fondo pensi di cambiare qualche parola, di toglierne qualche altra ed hai risolto. Appartieni anche tu a qualche importantissima testata locale che fa centinaia di visite sulla pelle di chi lavora? Magari vieni anche pagato, complimenti!!! Sei proprio un furbacchione tu ed il tuo direttore che te lo permette, abbiamo fatto in modo di renderti il lavoro un po\\\' arduo, abbiamo deciso di farti applicare 1 minuto in più per copiare!!!