Allievi regionali, il Sorrento passa a Sarno con Trigliozzi

I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  
I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  

I classe 1995 del tecnico Nicola Celotto (foto Franco Romano)

Basta un’invenzione dell’ispiratissimo Trigliozzi (seconda perla nel giro di quindici giorni per il talentuoso centrocampista rossonero) agli Allievi regionali guidati da Nicola Celotto che, sull’ostico campo della Domus Miki Sarno, portano a casa tre punti pesanti per l’economia del campionato.

L’avvio di gara è ad appannaggio dei padroni di casa: gli uomini di Celotto, complice l’atteggiamento avversario aggressivo  ai limiti del regolamento, sembrano patire, e non poco, l’atmosfera calda che si respira allo ‘Squitieri’, lasciando ampi spazi alla manovra degli avversari. Al 20’, poi, a peggiorare la situazione, una clamorosa svista del signor Annarumma di Nocera Inferiore porta sul dischetto Cimmini che, fortunatamente per capitan Alison e compagni, conclude malamente, gettando al vento l’occasione. Il pericolo corso sembra scuotere i costieri che al 33’ trovano la via della rete al termine di un azione orchestrata da Alison e rifinita da Aristarco che serve al limite dell’area Trigliozzi, perfetto nel trafiggere Titolo con un pallonetto preciso e beffardo che s’infila sotto l’incrocio dei pali.
La seconda frazione di gioco vede i padroni di casa tentare un infruttuoso assalto a testa bassa verso la porta difesa da Moreno, ma la difesa rossonera, comandata a gran voce da Procentese e Colasante, regge perfettamente all’urto e tampona ogni pertugio. Il gioco troppo propositivo rischia di essere addirittura deleterio per i sarnesi che si espongono alle continue ripartenze dei peperini rossoneri: in almeno tre occasioni, infatti, il Sorrento sfiora il raddoppio con Bevilacqua di testa, Trigliozzi di destro dal limite ed Aristarco che, come il compagno, tenta la fortuna con una botta dai sedici metri, su cui Titolo è però ben attento. Finisce, così, 1-0 a favore dei rossoneri che, dopo il mezzo stop interno contro la Boschese, riprendono la caccia alla capolista Promotion Soccer.
CAMPIONATO REGIONALE ALLIEVI – GIRONE D
SEDICESIMA GIORNATA
DOMUS MIKI SARNO – SORRENTO 0-1
Marcatori: 33’ p.t. Trigliozzi
SORRENTO: Moreno, Vastola, Procentese, Colasante, Manna (Spagnuolo), Bove (Palumbo), Alison, Izzo, Aristarco (Tartaglione), Trigliozzi, Capasso (Bevilacqua). A disposizione: Iaccarino, De Simone, Coppola. Allenatore: Nicola Celotto.
DOMUS MIKI SARNO: Titolo, Sabatino, Squillante, Cimmini, Gallo, De Vivo, Mancuso, Marchese, Cerrettini, Giordano, Pappacena. A disposizione: Corvino, Robustelli, Albero, Cammarano, Sirica, Belmonte. Allenatore: Nicola Mancuso.
Arbitro: Raffaele Annarumma di Nocera Inferiore.
Ammoniti: Manna (S), Vastola (S).
I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  
I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  
I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  
I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  
I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  
I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  



Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

 

error: Stai cercando di copiare il testo di questo articolo? Ovviamente non hai il permesso per farlo, ma ti ritieni un grande giornalista... in fondo pensi di cambiare qualche parola, di toglierne qualche altra ed hai risolto. Appartieni anche tu a qualche importantissima testata locale che fa centinaia di visite sulla pelle di chi lavora? Magari vieni anche pagato, complimenti!!! Sei proprio un furbacchione tu ed il tuo direttore che te lo permette, abbiamo fatto in modo di renderti il lavoro un po\\\' arduo, abbiamo deciso di farti applicare 1 minuto in più per copiare!!!