Evangelista: «Sesto posto, perchè no»

I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  
I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  

Sorrento – Alla prima esperienza in B1 la Msc Volley sta disputando un Campionato tranquillo che la dovrebbe condurre nel più breve tempo possibile alla salvezza. La rete che divide gli atleti in campo è fissata a 2, 43, ma il presidente Guido Evangelista alza il tiro.
«Se nel proseguo del campionato riuscissimo a ottenere una serie di risultati importanti potremmo pensare anche al sesto posto».
Grande entusiasmo ha suscitato l’onorevole sconfitta che i bianco blu costieri hanno subito nell’ultimo match in esterna a Corigliano Calabro su un campo inviolato dall’inizio della stagione.
«E’ stato un grande risultato – commenta il presidente -. Non avevamo aspettative particolari per questa gara, ma la prova è stata assolutamente di livello contro una formazione molto titolata».
La linea per il futuro è tracciata proseguire sulla falsariga della bellissima gara di Corigliano. Il calendario testerà subito i miglioramenti della Msc, infatti, sabato la squadra peninsulare sarà di scena ad Atripalda.
«Ripetere la buona prestazione della settimana scorsa – dice Evangelista – sarebbe una prova di maturità notevole. Vincere sarà quasi impossibile, ma noi ci proveremo».
Tre gare davvero delicate per la Msc: Corigliano, Atripalda e Messina, che potrebbero mettere le ali ai pidei del team della Penisola sorrentina.
«Restiamo con i piedi per terra – conclude il presidente -. Facciamo quanti più punti possibili e ne riparleremo. L’obiettivo resta sempre la salvezza tranquilla».

I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  
I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  



Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

 

error: Stai cercando di copiare il testo di questo articolo? Ovviamente non hai il permesso per farlo, ma ti ritieni un grande giornalista... in fondo pensi di cambiare qualche parola, di toglierne qualche altra ed hai risolto. Appartieni anche tu a qualche importantissima testata locale che fa centinaia di visite sulla pelle di chi lavora? Magari vieni anche pagato, complimenti!!! Sei proprio un furbacchione tu ed il tuo direttore che te lo permette, abbiamo fatto in modo di renderti il lavoro un po\\\' arduo, abbiamo deciso di farti applicare 1 minuto in più per copiare!!!