La Juniores del Massa impatta con l’Angri

I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  
I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  
CORBARA (SA)- Pareggio pirotecnico tra le formazioni juniores di Libertas Angri e Massa Lubrense. Al ‘Comunale’ di Corbara finisce 3-3, con i nerazzurri di mister Michele D’Esposito che, dopo essere passati per ben due volte in vantaggio, si fanno rimontare altrettante volte e rischiano addirittura la beffa, evitata da un gol in pieno recupero siglato da Di Sanza.
Parte subito forte il Massa che già al primo minuto si affaccia nella trequarti avversaria, con Ferraioli che scalda i guantoni su tiro di Stinga. I padoni di casa rispondono nel primo quarto di gara con due clamorose occasioni, ben sventate da Castellano. Al 22′ la prima realizzazione: su di una ribattuta della difesa di casa, Palomba calcia dal limite dell’area, il suo tiro sembra poco più di un appoggio al portiere avversario, ma lo stesso s’inventa la più classiche delle papere lasciandosi scappare la palla dalle mani. Pochi minuti dopo Stinga divora la sua prima palla goal: liberato a pochi passi dal portiere, con una mezza girata timbra il palo alla sinistra del portiere di casa, ormai battutto. Il primo tempo si conclude senza altre particolari emozioni, tra le copiose proteste di mister Novi, autore di un indegno show in occasione dell’espulsione del suo capitano Cangiano. Il Massa, quindi, può andare al riposo in vantaggio di un goal e di un uomo.
Nel secondo tempo, però, la Libertas ristabilisce immediatamente la parità: dopo neanche sessanta secondi di gioco,  una palla persa in mediana si trasforma in una ripartenza degli angresi, con un lancio profondo che coglie impreparati i centrali della difesa lubrense e permette a Molinini di presentarsi a tu per tu con Castellano ed infilarlo con un preciso diagonale. Mister D’Esposito, scosso dalla dormita della sua retroguarda, opera subito due cambi che si riveleranno fondamentali per le sorti del machi. I due neo entrati, infatti, si ergono subito a protagonisti e mettono entrambi lo zampino sul gol del 2-1: su calcio d’angolo battuto da Volpe, è Mastellone, subentrato a De Gregorio, ad infilare da pochi passi. Sembra fatta per gli ospiti, che controllano la gara e divorano almeno altre tre nitide palle goal con Stinga. Al 39′, invece, lo scatenato Molinini s’infila nella distratta difesa del Massa e vincendo un paio di fortunosi rimpalli batte per la seconda volta l’incolpevole Castellano. Al 43′, poi, succede l’incredibile: sull’ennesimo lancio lungo, il Massa concede l’uno contro uno ancora a Molinini che, superato Mastellone, infila con un preciso diagonale sul palo lungo lo sconcertato Castellano. Scossi dalla rimonta subìta i ragazzi di mister D’Esposito cominciano nuovamente a macinare gioco ed occasioni. Al 47′, dopo che Gargiulo V. divora un goal da due passi, Di Sanza raccoglie un assist di Buonocore e dai venti metri lascia partire un autentico siluro che s’infila nell’angolo alto alla sinistra del portiere avversario e chiude il match sul definitivo 3-3
A fine gara, il tecnico massese D’Esposito, visibilmente contrariato dalla prestazione dei suoi, commenta così l’andamento del match: ‘Sono molto amareggiato, in particolare della tenuta difensiva dei miei ragazzi. Nel corso della partita ho più volte raccomandato i miei difensori di raddoppiare sullo scatenato Molinini e di prestare attenzione sui lanci lunghi che puntualmente l’Angri operava per superare il nostro centrocampo. Le disattenzioni, una condizione fisica precaria di alcuni elementi di spicco e la scarsa vena negli ultimi sedici metri hanno poi contribuito ulteriormente a condizionare la nostra gara e, quindi, il risultato.
CAMPIONATO REGIONALE JUNIORES – GIRONE H
QUINDICESIMA GIORNATA
LIBERTAS ANGRI 1980 – MASSA LUBRENSE 3-3
Marcatori: 22’ p.t. Palomba (M), 1’, 39’ e 43’ s.t. Molinini (L), 27’ s.t. Mastellone (M), 47’ s.t. Di Sanza (M)
MASSA LUBRENSE: Castellano, Guarracino, De Gregorio (dal 55’ s.t. Mastellone), Di Sanza, Gargiulo P. Coppola (dal 55’ s.t. Volpe), Gaeta (dall’80’ Iaccarino), Cangiano, Stinga, Gargiulo V. Palomba. A disposizione: Di Cristo, Vanacore, Caiazzo, Buonocore. Allenatore: Michele D’Esposito
LIBERTAS ANGRI 1980: Ferraioli, Esposito E. Orlando, Esposito A. Vertolomo R. Brondi, Fiducioso, Desiderio, Atorino, De Prisco, Molinini. A disposizione: Citarella, Casciello, Esposito V. Marco, Bisogno, Stanzione, Vertolomo A. Allenatore: Rosario Novi.
Arbitro: Palladino di Nola
Espulso: al 39’ p.t. Atorino (L)
I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  
I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  



Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

 

error: Stai cercando di copiare il testo di questo articolo? Ovviamente non hai il permesso per farlo, ma ti ritieni un grande giornalista... in fondo pensi di cambiare qualche parola, di toglierne qualche altra ed hai risolto. Appartieni anche tu a qualche importantissima testata locale che fa centinaia di visite sulla pelle di chi lavora? Magari vieni anche pagato, complimenti!!! Sei proprio un furbacchione tu ed il tuo direttore che te lo permette, abbiamo fatto in modo di renderti il lavoro un po\\\' arduo, abbiamo deciso di farti applicare 1 minuto in più per copiare!!!