La Carotenuto in casa è una forza

I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  
I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  

Sant’Agnello – Continua l’imbattibilità interna dell’Apd Carotenuto in IIa Divisione. Le ragazze allenate da Morgan Celentano si impongono per 3-1 sul Brava Torre. Un match mai in bilico che le atlete costiere hanno sempre tenuto in pugno e che poteva chiudersi con un netto 3-0 se nel finale del terzo set si fosse giocato con maggiore attenzione.
Nel primo parziale la compagine bianco azzurra è riuscita a essere determinata in attacco e precisa in difesa riuscendo a limitare i propri errori sfruttando quelli delle avversarie. Sempre avanti nel punteggio chiudono il set sul 25-19.
La gara per la Carotenuto continua nello stesso modo in cui si era chiusa la prima frazione, le ragazze sono determinate a vincere anche il secondo parziale e non lasciare nulla alle torresi. Al tempo tecnico è già ampio il margine che divide le due squadre in campo. Con tanta applicazione e sfruttando il gioco in banda la truppa del presidente Carotenuto porta fieno in cascina chiudendo il secondo set sul 25-16.

Più combattuta la terza fase di gara dove le ragazze di Celentano si addormentano sul più bello consentendo il rientro in gioco delle avversarie. Le torresi non ci stanno e provano a vendere cara la pelle, lottano su ogni pallone commettendo anche meno errori nelle fasi decisive chiudendo 22-25.
Al cambio di campo il trainer costiero chiede alle sue atlete di riprendere a giocare il volley visto nei primi due set. Detto fatto. Le ragazze impongono un ritmo infernale al match. Chiudono bene le linee di attacco delle avversarie, riducono al minimo gli errori e alternano colpi in diagonale come in parallela. Al termine il punteggio dice 25-14 per le padrone di casa sancendo la vittoria di De Caro e compagne.

«Era importante vincere dopo la sconfitta in trasferta – dice il tecnico Celentano -. C’è da migliorare molto la prestazione nelle gare lontano dalla costiera cercando di fare più punti possibili. Siamo stati bravi a mettere sempre sotto pressione le avversarie che si sono dimostrate una squadra coriacea».

APD Carotenuto – ASD Brava Torre 3-1 (25-19, 25-16, 22-25, 25-14)

APD Carotenuto: Cantalupo, D’Angiolo, De Caro, Fusco, Palomba, Rotoli, Russo, Savarese, Soldatini, Esposito (L).
Allenatore: sig. Celentano

I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  
I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  
I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  
I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  
I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  
I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  



Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

 

error: Stai cercando di copiare il testo di questo articolo? Ovviamente non hai il permesso per farlo, ma ti ritieni un grande giornalista... in fondo pensi di cambiare qualche parola, di toglierne qualche altra ed hai risolto. Appartieni anche tu a qualche importantissima testata locale che fa centinaia di visite sulla pelle di chi lavora? Magari vieni anche pagato, complimenti!!! Sei proprio un furbacchione tu ed il tuo direttore che te lo permette, abbiamo fatto in modo di renderti il lavoro un po\\\' arduo, abbiamo deciso di farti applicare 1 minuto in più per copiare!!!