Sorrento: pari beffa per i Giovanissimi Nazionali

I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  
I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  

I Giovanissimi Nazionali del Sorrento (foto Franco Romano)

Città Sant’Angelo – I Giovanissimi nazionali del Sorrento escono dal ‘De Cecco 2′ di Città Sant’Angelo con un pareggio che sa tremendamente di beffa: il Pescara padrone di casa, infatti, riesce ad agguantare i rossoneri solamente nel finale, al quarto dei cinque minuti di recupero, grazie ad un tiro dal dischetto. Resta comunque positiva la prova dei ragazzi di mister Maurizio Amato, che colgono il terzo risultato utile consecutivo contro una delle compagini maggiormente accreditate al raggiungimento della tanto agognata zona play-off.
La prima frazione di gioco vede regnare un sostanziale equilibrio tra le due compagini: il Pescara attua un ottimo possesso palla, mentre i rossoneri risultano maggiormente concreti. Le palle gol più importanti, infatti, capitano tutte per gli ospiti con Ferrara prima e De Lucia poi che però non riescono a trovare la via del gol. Nella ripresa il Sorrento rimane in dieci per l’espulsione per somma di ammonizioni di Iannone. Nonostante l’uomo in meno i classe 1996 rossoneri riescono comunque a trovare il vantaggio grazie ad un rigore procurato e trasformato da un ottimo De Angelis. Accusato il colpo, il Pescara si riversa nella metà campo avversaria, attacca a spron battuto ma non sembra impensierire più di tanto la retroguardia guidata da Buonomo e Renghi. La beffa però arriva come una doccia fredda al quarto dei cinque minuti di recupero assegnati dal signor De Dominicis: un incursione centrale di Mancini costringe Russo all’uscita ed al conseguente fallo in area di rigore sull’attaccante lanciato a rete. Dal dischetto di presenta Di Pasquale che non sbaglia e firma l’1-1, tra lo sconforto dei giocatori rossoneri che vedono sfumare l’occasione per cogliere tre punti importantissimi per l’economia di tutto il campionato.

CAMPIONATO NAZIONALE GIOVANISSIMI – GIRONE F
DICIANNOVESIMA GIORNATA
PESCARA – SORRENTO 1-1

Marcatori: 12′ s.t. rig. De Angelis (S), 74′ rig. Di Pasquale (P)
PESCARA: Fingicico, Piazza (dal 27′ s.t. Pomponi), Di Nicola, Di Lallo (dal 25′ s.t. Bevilei), Alessandroni, Di Pasquale, Morelli (dal 19′ s.t. Vitturini), Silvestri, Basilicata (dal 4′ s.t. Mancini) , Di Domenico (dal 4′ s.t. Di Rocco), Paolucci (dal 17′ s.t. Simmetti). A disposizione: Simpatico. Allenatore: Felice Mancini.
SORRENTO: Russo, Gazzaneo, De Angelis M. Soldatini, Buonomo, Iannone, Piacente (dal 25′ p.t. Imperato, dal 9′ s.t. Renghi), Giordano, De Lucia (dal 34′ s.t. Ascione), Ferrara, La Rocca. A disposizione: Iaccarino, De Angelis P. Rega, Esposito. Allenatore: Maurizio Amato.
Arbitro: Fabio De Dominicis di Pescara
Ammonito: Russo (S)
Espulso: all’8′ s.t. Iannone (S) per doppia ammonizione.

I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  
I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  
I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  
I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  
I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  
I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  



Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

 

error: Stai cercando di copiare il testo di questo articolo? Ovviamente non hai il permesso per farlo, ma ti ritieni un grande giornalista... in fondo pensi di cambiare qualche parola, di toglierne qualche altra ed hai risolto. Appartieni anche tu a qualche importantissima testata locale che fa centinaia di visite sulla pelle di chi lavora? Magari vieni anche pagato, complimenti!!! Sei proprio un furbacchione tu ed il tuo direttore che te lo permette, abbiamo fatto in modo di renderti il lavoro un po\\\' arduo, abbiamo deciso di farti applicare 1 minuto in più per copiare!!!