Sant’Agnello in ginocchio a Mondragone

I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  
I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  

Mondragone – Non riesce la doppietta al neo tecnico santanellese Michele Ponticorvo. Dopo la convincente vittoria per 5-0 contro il Neapolis, il Sant’Agnello esce con in mano un pugno di mosche dal campo del Mondragone, prima di questo match fanalino di coda del girone.

Tante le recriminazione per i ragazzi del patron Alberto Negri, soprattutto nei confronti della giacchetta nera di turno. L’episodio che più ha irritato i costieri è quello che ha portato al gol decisivo di Lacci. Secondo il Sant’Agnello, infatti, il calcio di punizione da cui è scaturito il gol del centrocampista del Mondragona è figlio di un errata valutazione del signor Valletta di Napoli che ha interpretato come intervento falloso un contatto inesistente tra un calciatore biancoazzurro ed uno napoletano. Per di più, a detta dei presenti, la stessa azione era viziata da un netto fuorigioco, segnalato anche dal primo assistente Medaglia, sul quale il direttore di gara ha preferito soprassedere.

Critiche all’arbitraggio a parte, il Sant’Agnello ha comunque sprecato numerose palle gol, in particolare nella seconda frazione di gioco dove il forcing continuo degli uomini di mister Ponticorvo non ha prodotto gli effetti desiderati. Sfuma così per il Sant’Agnello l’occasione di piazzarsi nelle zone nobili della classifica: Vitale e compagni rimangono fermi a quota 24, a sei punti dalla zona play-off.

Campionato Regionale Promozione – girone B
Diciannovesima giornata
Mondragone – F.C. Sant’Agnello 1-0

Marcatore: 40′ Lacci
MONDRAGONE: Cocchiarella, Grillo, Lamberti (dal 46′ Lamberti), Lacci, Ruopolo, Esposito, Ferrari, Di Stasio (dal 30′ p.t. Cicco), Vattucci, Asile (dall’85’ Aversano), Colarussi. A disposizione: Aliperti, Cifani, Conte, Corvino, Russo.
F.C. SANT’AGNELLO: Abbruzzese, Inserra C. Carotenuto, Vitale, Russo, Bagnulo, Criscuolo, De Stefano, Aiello, Schettino, Fiorentino. A disposizione: Stinga, Ferrara, De Maio, Inserra V. Gargiulo, Incarnato, Di Maio. Allenatore: Michele Ponticorvo.
Arbitro: Luca Valletta di Napoli (Medaglia/Santamarina)

I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  
I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  
I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  
I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  
I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  
I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  



Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

 

error: Stai cercando di copiare il testo di questo articolo? Ovviamente non hai il permesso per farlo, ma ti ritieni un grande giornalista... in fondo pensi di cambiare qualche parola, di toglierne qualche altra ed hai risolto. Appartieni anche tu a qualche importantissima testata locale che fa centinaia di visite sulla pelle di chi lavora? Magari vieni anche pagato, complimenti!!! Sei proprio un furbacchione tu ed il tuo direttore che te lo permette, abbiamo fatto in modo di renderti il lavoro un po\\\' arduo, abbiamo deciso di farti applicare 1 minuto in più per copiare!!!