Autosport: avventura Radical

I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  
I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  

Triplicano gli appuntamenti con le auto Radical. La casa costruttrice inglese, che si avvale dell’ausilio dell’Autosport Sorrento di Antonino Esposito, ha messo a punto un nuovo trofeo per le proprie barchette. Sarà l’Italian Radical Trophy Speed la neonata Kermesse di casa Radical. L’obiettivo è quello di ridurre i costi e consentire a tutti una forte scossa di adrenalina in occasione dei sei appuntamenti previsti dal calendario stilato in collaborazione con la scuderia costiera.

Il Campionato si articolerà in sei week-end. Due turni di gara,formula ormai consolidata in tutte le gare in pista, che prenderà il via il prossimo 1 maggio a Magione.
Le barchette biposto della casa inglese saranno suddivise in tre categorie: 1300, 1600 e oltre 2000cc. Le gomme saranno fornite dalla Avon, per cui i piloti, a parità di auto, faranno la differenza.

Dopo l’esordio sul circuito umbro, il secondo appuntamento in calendario è previsto a Varano il 12 giugno. Il mese succesivo le biposto d’oltremanica e i rispettivi piloti saranno impeganti sul prestigioso autodromo Enzo e Dino Ferrari di Imola. Per l’occasione il trofeo sarà abbinato alla tappa italiana del monomarca europeo Radical. Dopo la sosta di agosto a settembre i driver si daranno battaglia di nuovo in Umbria sempre a Magione. Il trofeo si chiuderà in ottobre con due gare racchiuse in una settimana. Prima le barchette saranno dis cena sul circuito di Franciacorta, poi ci sarà l’epilogo a Vallelunga per questa nuova avventura targata Radical-Autosport Sorrento.

Manca ancora l’ufficialità, ma saranno almeno quattro, secondo indoscrezioni, i piloti della Penisola sorrentina che prenderanno parte al nuovo appuntamento nazionale. In casa Esposito al via lo zio Cataldo, detto lo “sceriffo”, e il giovane Michele. Daniele Vanacore prenderà il via con la Radical di sua proprietà, mentre il pluricampione italiano slalom Luigi Vinaccia sembra intenzionato a partecipare a questa nuova kermesse abbandonando temporaneamente l’impegno fra i birilli.

I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  
I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  
I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  
I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  
I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  
I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  



Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

 

error: Stai cercando di copiare il testo di questo articolo? Ovviamente non hai il permesso per farlo, ma ti ritieni un grande giornalista... in fondo pensi di cambiare qualche parola, di toglierne qualche altra ed hai risolto. Appartieni anche tu a qualche importantissima testata locale che fa centinaia di visite sulla pelle di chi lavora? Magari vieni anche pagato, complimenti!!! Sei proprio un furbacchione tu ed il tuo direttore che te lo permette, abbiamo fatto in modo di renderti il lavoro un po\\\' arduo, abbiamo deciso di farti applicare 1 minuto in più per copiare!!!